Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Intanto Moffa promette appoggio al governo del premier

Fini: "Resto Presidente della Camera fino a fine legislatura"


Fini: 'Resto Presidente della Camera fino a fine legislatura'
20/12/2010, 14:12

ROMA - Gianfranco Fini ha smentito qualsiasi illazione sulle sue dimissioni da Presidente della Camera, in occasione degli auguri di Natale fatti ai dipendenti della Cmaera dei Deputati. Parlando con i giornalisti, Fini ha detto: "Come passa il tempo, sono già due anni e mezzo, è già la terza volta che ci facciamo gli auguri e ci vedremo anche in futuro, perché le istituzioni restano e gli uomini vanno, siamo pro-tempore e tutti dovrebbero ricordarselo, però finché dura la legislatura continueremo a vederci per gli auguri di Natale".
Intanto Silvano Moffa, ex fedelissimo di Fini, ha annunciato che guiderà gli ex finiani - ora riuniti nel Gruppo Misto, visto che si tratta di tre persone - e specifica che sarà "un gruppo che darà una risposta a quell'esigenza di stabilità numerica e politica di cui il Governo Berlusconi ora ha bisogno. Oggi è innegabile che esiste una vasta area moderata in Futuro e libertà che credo stia patendo moltissimo una situazione che ha portato il treno di Fli in una stazione molto diversa da quella iniziale. C'è uno slittamento di Fli verso il Terzo polo e un'alleanza con il centrosinistra. Il progetto originario è stato snaturato, il gruppo dei finiani è diventato un'altra cosa. Ci sono persone con una storia politica simile alla mia che avvertono un fortissimo disagio, ma nessuno vuole strattonare nessuno, ognuno rifletta - è il mio auspicio - senza soverchianti pressioni".
Ancora oggi, Denis Verdini, coordinatore del Pdl, parlando a canale 5, ha spiegato che ci sono "da otto a dieci-venti parlamentari" di tutti i partiti dell'opposizione, che si sentono a disagio nei rispettivi partiti e che quindi sono pronti a lasciare il proprio partito per sostenere il governo. E poi ha continuato: "Noi contiamo sul senso di responsabilità per ampliare la maggioranza: c'è una necessità di andare avanti per l'Italia, non per l'interesse del governo. So che si parla di 'compravendita', ma sono tutte cose sciocchezze". Detto da chi è indagato per corruzione e le vicende della P3, è una garanzia.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©