Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Il passaggio al Pdl sembra certo, ma non per Fli

Fli, è giallo su un nuovo addio: quello di Giulia Cosenza

Alla base motivazioni politiche e personali

Fli, è giallo su un nuovo addio: quello di Giulia Cosenza
10/03/2011, 16:03

ROMA – L’arresto della “fuga” dei deputati Fli, dopo una breve tregua, riprende a pieno ritmo. E il presidente della Camera, Gianfranco Fini, si ritrova così a fare i conti, nuovamente, con un altro addio. Un altro saluto di passaggio verso la nativa maggioranza insomma. Questa volta a finire sotto i riflettori è la deputata Giulia Cosenza, compagna del finiano ex ministro Andrea Ronchi, che avrebbe infatti deciso di abbandonare i cari compagni della nuova formazione politica per passare al gruppo del Pdl. La decisione però non è ufficiale. Ma sarà resa pubblica entro pochi giorni, al massimo all’inizio della settimana prossima. La notizia, però, anche se data per certa da fonti in Transatlantico,non risulta al partito di Fini. Non a caso il capogruppo di Fli alla Camera, Benedetto Della Vedova, fornisce una versione contrapposta: “Giulia Cosenza lascia il gruppo? A me non risulta e chi ha parlato con lei mi ha detto che non ha preso alcuna decisione”. Che ci si trovi dinanzi a un caso simile a quello di Barbareschi, in cui dopo numerose e convinte smentite da parte del diretto interessato l’addio c’è stato eccome, non è ancora dato saperlo. E bisognerà attendere le prossime ore per esserne a conoscenza. Di sicuro, però, pare che le ragioni che spingono la deputata a un ritorno al Pdl non siano solo politiche, ma anche sentimentali e personali. Come altrettanto sicuro è che il pressing del Pdl sui parlamentari papabili, che possano dare un contributo per l’allargamento della maggioranza, si faccia sempre più forte. E quello della deputata Giulia Cosenza è solo un ennesimo esempio di come gli occhi siano puntati soprattutto sui finiani.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©