Politica / Politica

Commenta Stampa

Fondazione Mezzogiorno Europa, dibattito: "La Politica dopo i Partiti"


Fondazione Mezzogiorno Europa, dibattito: 'La Politica dopo i Partiti'
14/05/2012, 15:05

I partiti, per lungo tempo protagonisti incontrastati della politica italiana, sembrano oggi approdati allo stadio terminale di una lunga crisi, mentre nuovi soggetti conquistano prepotentemente la scena pubblica: "tecnici", leadership personalistiche, movimenti populisti e antipolitici.
Si tratta di una tendenza irreversibile? E' questo il futuro della politica italiana? E se sì, potrà sopravvivere in essa la democrazia come oggi la intendiamo? O, se i partiti hanno qualche chance di sopravvivenza, quali saranno le possibili nuove forme che essi assumeranno?
Ne discuteranno mercoledì 16 maggio alle 17,30, nella sede dell'Istituto Italiano di Scienze Umane (SUM) di Napoli, (Palazzo Cavalcanti - via Toledo, 348), coordinati da Titti Marrone, un uomo politico napoletano, Presidente della Fondazione Mezzogiorno Europa, Umberto Ranieri, e due eminenti studiosi, Mauro Calise ed Ernesto Galli della Loggia.
Un dibattito che ha soprattutto l'obiettivo di rompere il "muro" dei luoghi comuni e delle eredità stancamente trascinate da un passato vicino ma ormai nei fatti lontanissimo, e di cominciare a ragionare senza preconcetti su un futuro della politica che è già in corso, e che unisce forse come mai prima scenari nazionali, locali e globali.
L’iniziativa è organizzata dalla Fondazione Mezzogiorno Europa e dall’Istituto Italiano di Scienze Umane.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©