Politica / Regione

Commenta Stampa

Fondazione Polis, borsa di studio alle figlie di Teresa Buonocore


Fondazione Polis, borsa di studio alle figlie di Teresa Buonocore
17/06/2011, 11:06

Oggi, nella sede della Fondazione Pol.i.s. della Regione Campania per l'aiuto alle vittime innocenti della criminalità e il riutilizzo a fini sociali dei beni confiscati alla camorra, è stata consegnata una borsa di studio alle figlie di Teresa Buonocore, uccisa il 20 settembre 2010 presso il Ponte dei Francesi a Napoli.
L'iniziativa è stata realizzata grazie alla Federazione Internazionale Città Sociale e all'Associazione Giancarlo Siani, che hanno dedicato il premio Città sociale 2010 a Teresa Buonocore, e ai familiari del prof. Antonio Ruggiero, esperto intersettoriale in sicurezza e legalità della Regione Campania e componente del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Pol.i.s., scomparso il 15 luglio 2010.
Erano presenti l'assessore regionale ai Rapporti con le Autonomie Locali Pasquale Sommese, il vicecapo di Gabinetto della Regione Campania Alberto Di Ferrante, il presidente della Federazione Internazionale Città Sociale Salvatore Esposito, la presidente dell'associazione Giancarlo Siani Adriana Maestro, il vicepresidente e il segretario generale della Fondazione Pol.i.s., rispettivamente don Tonino Palmese ed Enrico Tedesco, Pina Buonocore, sorella di Teresa, e una nutrita delegazione del Coordinamento campano dei familiari delle vittime innocenti di criminalità, guidata dal presidente Lorenzo Clemente.
Erano altresì presenti la moglie e il figlio del prof. Antonio Ruggiero.
“Servono azioni concrete a favore dei familiari e noi, attraverso la Fondazione Pol.i.s., le stiamo portando avanti”, ha affermato l'assessore Sommese. “In situazioni come questa delle figlie di Teresa Buonocore non conta l'appartenenza politica ma la sensibilità delle persone.
“Dobbiamo proseguire tutti assieme su questa strada. I temi dell'aiuto alle vittime e del riutilizzo sociale dei patrimoni confiscati alla criminalità organizzata hanno un'importanza centrale nella nostra azione amministrativa”, ha concluso l'assessore.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©