Politica / Regione

Commenta Stampa

Viesti: "È solo un'operazione pubblicitaria"

Fondazione Sudd: perplessità sul piano di governo


.

Fondazione Sudd: perplessità sul piano di governo
28/02/2011, 16:02

NAPOLI – A fine novembre, dello scorso anno, il governo aveva annunciato il Piano nazionale per il meridione, indicato come una delle priorità dell’esecutivo per la seconda metà della legislatura.
“Il Piano per il Sud si configura come un documento di importanza modesta. Alla meglio potrà introdurre modifiche procedurali che avrebbero potuto, alla luce dell’esperienza passata, essere introdotte prima. Se e quanto questo potrà portare ad un’accellerazione della spesa e ad un miglioramento della qualità degli interventi dipenderà però da molte circostanze tutte da definire. Esso contiene tuttavia un rilevante pericolo di forte ricentralizzazione delle politiche; e, alla luce di quanto avvenuto nell’ultimo biennio, di nuove possibili distorsioni di queste risorse verso altre finalità”. A spiegarlo il docente universitario, Gianfranco Viesti, nel corso di un incontro circa le misure contenute nel cosiddetto Piano Sud, varato dal governo per il Mezzogiorno. “È però servito – ha continuato il meridionalista – al principale scopo per cui è stato redatto: una operazione pubblicitaria per mostrare ad un’opinione pubblica disinformata e poco attenta che il Governo sta facendo qualcosa per il Sud”.
Hanno inoltre partecipato al seminario, il Presidente di Ires Campania, Ugo Marani, il vicedirettore di Svimez, Luca Bianchi ed il Presidente della “Fondazione Sudd”, Antonio Bassolino.


Commenta Stampa
di Dario Palladino
Riproduzione riservata ©