Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Fondi UE, Borsellino: "perchè la regione Sicilia ha paura dei controlli?"


Fondi UE, Borsellino: 'perchè la regione Sicilia ha paura dei controlli?'
09/04/2011, 12:04

"Il governo, pur di sfuggire ai controlli della Commissione europea, che avevo sollecitato con un’interrogazione, ha deciso di impegnare risorse regionali per pagare i 12 milioni del software ‘Iride’, inizialmente finanziato con fondi comunitari. Perché la Regione ha paura dei controlli? farà lo stesso con gli altri progetti di informatizzazione?". Così l’eurodeputata Rita Borsellino commenta l’ultimo atto della vicenda del progetto "Iride", il software di Sicilia e-Servizi costato 12 milioni di euro. Su questo progetto, a seguito di un’interrogazione della stessa Borsellino, la Commissione europea aveva deciso di avviare un’indagine. "Al di là del caso Iride - continua l’europarlamentare - sulla spesa dei fondi europei stiamo assistendo a un fallimento su tutti i fronti. Sprechi milionari, iniziative da furbetti del quartierino, grandi e piccoli progetti al palo. Un fallimento che rischia di compromettere irrimediabilmente il rilancio dell’economia siciliana. Penso a Termini Imerese: lo stabilimento Fiat sta per chiudere. E la Regione che fa? Rallenta il progetto dell’Interporto"
"In Sicilia, serve un cambio di passo - conclude - una strategia globale che a Palazzo d’Orlenas ancora non si vede. Con l’Osservatorio sui fondi europei di Un’altra Storia abbiamo denunciato questa situazione più di una volta e abbiamo anche elaborato delle proposte per migliorare la spesa. Ma la Regione è sorda. O forse, preferisce non ascoltare".

</Titre>

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©