Politica / Politica

Commenta Stampa

Il governatore risponde al ministro Barca

Fondo di Garanzia, Caldoro: "La mia è una proposta semplice"


.

Fondo di Garanzia, Caldoro: 'La mia è una proposta semplice'
24/02/2012, 10:02

Si infiammano le polemiche sulla questione Fondo di Garanzia Nazionale. La proposta, arrivata al governo centrale dal presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, di istituire un Fondo di Garanzia Nazionale nel quale far confluire tutte le risorse che non possono essere spese a causa dei vincoli del Patto di Stabilità, era stata criticata ieri dal ministro per la Coesione sociale, Fabrizio Barca, che aveva commentato: “Non comprendo la carica innovativa della proposta. Il governo ha fatto un intervento originalissimo, ovvero la deroga al patto di stabilità per la parte di cofinanziamento nazionale pari ad un miliardo di euro. E le Regioni – ha proseguito Barca - sanno che, se sceglieranno di riprogrammare i fondi comunitari, queste risorse non saranno soggette al patto di stabilità”. Al ministro ha risposto il governatore Caldoro: “Mi domando perché il ministro Barca debba cercare una carica innovativa alla mia proposta. La mia – ha riferito – non è innovativa, ma semplice e concreta, giusta ed equa”. Ma il governatore ne ha anche per il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, dopo le polemiche innescate dalla Lega Nord. Il partito ha ribattuto infatti che alla fruizione del Fondo debbano essere abilitate sono le regioni virtuose, come quelle Nord Italia: “Capisco le posizioni della Lega, ma quando si scende nel concreto anche loro hanno qualche elemento di dubbio”. Secondo il governatore campano, l’istituzione di un Fondo di Garanzia consentirebbe di “tenere i cantieri aperti, di non creare disoccupazione, di utilizzare le risorse disponibili e di non tenerle nei forzieri”.

Commenta Stampa
di Veronica Riefolo
Riproduzione riservata ©