Politica / Politica

Commenta Stampa

Il governatore professa la propria estraneità ai fatti

Formigoni salvo, Pdl e Lega bocciano la mozione di sfiducia


Formigoni salvo, Pdl e Lega bocciano la mozione di sfiducia
07/06/2012, 09:06

MILANO - Alla fine la Lega Nord si è compattata intorno al Pdl (ed intorno alle poltrone che occupa) e alla Regione Lombardia ha difeso compattamente Roberto Formigoni, contro cui le opposizioni (Pd, Sel ed Idv, a cui si era poi aggiunto l'Udc) avevano presentato una mozione di sfiducia. E così la mozione è stata sconfitta con 49 voti contrari e 28 a favore. Ha fatto molto rumore (anche se sarebbe stata inutile nei fatti la sua presenza) l'assenza del capogruppo del Pd, Luca Gaffuri, in vacanza in Grecia.
Durante le quasi sei ore di discussione, all'interno del Consiglio Regionale, ha parlato anche Formigoni, che si è difeso da ogni accusa, asserendo la propria estraneità ai fatti. Ha ripetuto che non c'è alcuna prova contro di lui, che tutte le accuse sono false e che non c'è stato denaro pubblico dato illegalmente a Daccò o alla Fondazione Maugeri. Inoltre ha accusato l'opposizione di aver deciso una mossa strumentale (quella dello mozione di sfiducia) nell'illusione di dare una "spallata definitiva" dopo la caduta del governo Berlusconi.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©