Politica / Regione

Commenta Stampa

Forum Culture, Cortese: "Napoli ritiri la candidatura per salvaguardare la sua dignità"


Forum Culture, Cortese: 'Napoli ritiri la candidatura per salvaguardare la sua dignità'
13/06/2012, 15:06

“Ridurre un evento di respiro internazionale ad una sagra sarebbe offensivo per una capitale europea dell’arte e della cultura quale è Napoli. Per questo invito il sindaco de Magistris a ritirare la candidatura di Napoli per il Forum delle Culture, restituendo così dignità e prospettive alla città che governa”. Lo afferma Angela Cortese, consigliere regionale del Partito Democratico. “Di fronte allo sgretolamento di un progetto che doveva avere tutt’altro orizzonte, piuttosto che impuntarsi, bisogna dare in questa fase una prova di serietà e di realismo - argomenta il segretario della Commissione regionale Cultura -. Piuttosto che avventurarsi in un muro contro muro con il governo che finirebbe per penalizzare i napoletani ritengo dunque che per Caldoro e de Magistris sia giunto il momento di riconoscere le proprie responsabilità nel fallimento di una manifestazione che dopo un anno di governo risulta del tutto svuotata di senso. La loro gestione ha creato infatti un caos senza fine, che ha compromesso il Forum sin dalle fondamenta. Uno stallo che perdura ormai da mesi, del quale l’esecutivo non ha potuto fare a meno di prendere atto”.



“D’altro canto - prosegue la consigliera democratica -, non abbiamo bisogno di operazioni di facciata né di grandi scatole vuote, ma di un vero rilancio di un’impresa culturale che in Campania denuncia da tempo gravi sofferenze. I 15 milioni residui - osserva la consigliera democratica - potrebbero essere utilizzati molto meglio per dare ossigeno a quelle realtà culturali che faticano a tenersi in vita. Artisti, liberi pensatori e operatori del settore che negli anni scorsi hanno portato un prezioso contributo alla linfa che scorre nelle arterie della città e che vivono oggi un momento di asfissia. Sarebbe inoltre un modo per salvaguardare la storia ed il prestigio di una città che, quanto a produzione culturale, non ha mai avuto nulla da invidiare agli altri grandi centri europei”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©