Politica / Politica

Commenta Stampa

E' per la costituzione di Parte Civile al processo di Napoli

Forza Italia contro Grasso: "Serenità del Senato a rischio"


Forza Italia contro Grasso: 'Serenità del Senato a rischio'
06/02/2014, 10:40

ROMA - Forza Italia carica a testa bassa il Presidente del Senato Pietro Grasso, dopo la sua decisione di far costituire il Senato parte civile nel processo di Napoli - che vede imputati Silvio Berlusconi e Valter Lavitola - per la compravendita del senatore Sergio de Gregorio. 

E così, questa mattina, all'apertura dei lavori di aula, è Paolo Romani che attacca Grasso: "Vorrei credere che il presidente Grasso non si sia fatto condizionare da logiche politiche e interessi in parte indegni del suo ruolo ma abbiamo il diritto di chiedere e lo faccio formalmente, che sia lui a venire questa mattina in Aula, al più presto, a spiegare le ragioni giuridiche della sua scelta e del suo comportamento. E ha minacciato: "E' difficile immaginare che i lavori d'Aula possano mantenere quello spirito di serenità che può essere garantito soltanto da una presidenza riconosciuta da tutti come autorevole e imparziale". 

Sulla stessa falsariga l'intervento di Maurizio Sacconi (Ncd): "Mi associo alla richiesta del collega Romani: venga a riferire in Aula. Da oggi questa istituzione è diversa, qualcosa di grave è accaduto: quella terzietà che deve caratterizzare il ruolo del presidente è venuta meno". 

A difendere Grasso solo il Pd, con il capogruppo Luigi Zanda: "Grasso ha fatto il suo dovere. Non strumentalizziamo il comportamento lineare tenuto dal presidente, facendo diventare maggioranza numerica un'espressione di pareri cui non è seguito nessun voto e che, quindi, pareri sono rimasti". 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©

Correlati