Politica / Regione

Commenta Stampa

Francesca Beneduce, punteremo su raccordo territorio, politiche sociali e antifemminicidio


Francesca Beneduce, punteremo su raccordo territorio, politiche sociali e antifemminicidio
01/10/2013, 15:32

NAPOLI – Raccordo con il territorio, politiche sociali, iniziative contro lo stalking e contro il femminicidio: sono i punti fondamentali del programma di attività presentato stamani in conferenza stampa dalla Commissione Regionale per le Pari Opportunità.
A presentarlola Presidente Francesca Beneduce, le vice presidenti Angela De stefano eMaria Pirozzi, e le componenti della Commissione Regionale per le Pari Opportunità.
“Abbiamo un progetto ambizioso, spronare tutti i Comuni della Campania ad istituire le Commissioni per le pari opportunità, a garantire le quote rosa nelle giunte, negli organismi, nei consigli di amministrazione e nelle liste elettorali, e a lavorare in sinergia con l’Istituzione regionale per rafforzare la presenza, la partecipazione, la condizione delle donne nella società” -  ha detto la Beneduce – che ha aggiunto: “priorità della nostra azione di intervento saranno le battaglie contro lo stalking e contro il femminicidio, alle quali abbiamo dedicato una delle nostre sottocommissioni”.
A “passare il testimone” alla neo presidente, la presidente uscente e componente della Commissione Fiorella Girace che ha rivolto un appello al Presidente della Giunta regionale Stefano Caldoro affinchè conferisca la delega alle pari opportunità.
Alla conferenza stampa hanno preso parte le consigliere regionali Flora Beneduce (PdL),Angela Cortese(Pd); Anita Sala (Centro Democratico), le quali hanno ricordato “l’importanza di aver approvato in maniera bipartisan la legge regionale contro la violenza di genere” e di avere una legge elettorale in Campania che ha prodotto il Consiglio regionale “più rosa” in Italia ed hanno sollecitato la Commissione “a monitorare sull’attuazione della legge che impone le pari opportunità nei cda delle società e degli enti regionali” – come evidenziato dalla consigliera Cortese, “a scendere in campo per le importanti battaglie per le donne come quella contro la mutilazione degli organi genitali femminili e per l’emergenza-ambiente” – ha evidenziatola consigliera Sala, “a condividere le iniziative per la vita e per la salute delle donne, ad esempio, un codice rosa nel pronto soccorso per le donne che hanno subito violenza e l’affidamento dei beni confiscati alla camorra alle donne in difficoltà per farne centri di accoglienza” – ha propostola consigliera Beneduce.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©