Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Ma il Pdl se la prende anche con gli Usa

Frattini attacca Assange: "Vuole distruggere il mondo"


Frattini attacca Assange: 'Vuole distruggere il mondo'
29/11/2010, 15:11

ROMA - Continuano in Italia le reazioni politiche dopo la prima tranche dei quasi 3 milioni di documenti diplomatici in possesso del sito Wikileaks.
Tra le reazioni, quella più aspra è del Ministro degli Esteri, Franco Frattini: "Esorto la comunità internazionale a reagire compatta senza commentare e senza retrocedere sul metodo della diplomazia, senza lasciarsi andare a crisi di fiducia, che se diventa sfiducia reciproca può bloccare collaborazioni fondamentali per risolvere grandi situazioni di crisi. Berlusconi evidentemente non si sente nè attaccato, nè colpito, nè offeso. Molte notizie che abbiamo letto erano già uscite sulle prime pagine dei giornali di opposizione".
Punta invece sugli Stati Uniti il capogruppo alla Camera, Fabrizio Cicchitto: "La cosa più importante è la debacle a cui è andata incontro la struttura diplomatica statunitense che è stata bucata e per molti aspetti beffata".
Di parere opposto il segretario del Pd Pierluigi Bersani: "C'è poco da ridere  quel che emerge conferma in modo inequivocabile che il presidente del Consiglio con il suo comportamento e con le sue decisioni politiche nuoce alla reputazione dell'Italia nel mondo, con grave danno per il paese. Semmai ce ne fosse stato bisogno, è la conferma che occorre una svolta, che bisogna voltare pagina".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©

Correlati