Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Conflitto non istituzionale ma politico

Frattini: no a esecutivi tecnici o di transizione


Frattini: no a esecutivi tecnici o di transizione
12/08/2010, 08:08

Roma. - "Esiste in Italia una Costituzione materiale che affida agli elettori la scelta di quale presidente e quale coalizione debba governare. E il ritorno al voto nel caso in cui quella maggioranza venga meno. Quella Costituzione non contempla governi tecnici o di transizione". In un'intervista a la Repubblica, il ministro degli Esteri, Franco Frattini, fa il punto sulle divisioni all'interno della maggioranza. Frattini non crede che "il conflitto sia istituzionale, piuttosto politico. Dal '96 ad oggi il presidente della Camera, pur mantenendo un ruolo super partes, e' espressione della maggioranza. Ma nel momento in cui Fini entra in collisione costante con l'azione del governo e della stessa maggioranza, allora quel ruolo di terzieta' viene meno". Meglio tornare al voto? "Verifichiamo prima se su quattro o cinque punti individuati dal presidente Berlusconi vi e' ancora consenso in Parlamento. Saranno mozioni distinte sulle quali sara' posta la questione di fiducia. E ai quattro punti mi permetterei di aggiungere sicurezza e immigrazione. Se i parlamentari di Futuro e liberta' negheranno la fiducia, allora non ci saranno altre scorciatoie rispetto al voto". Il ministro degli Esteri respinge al mittente anche i dubbi sull'uso distorto dei servizi ("sono dichiarazioni che danneggiano l'Italia. L'immagine del Paese viene disonorata per colpa di questi irresponsabili") e la richiesta di chiarimenti sulla natura dei rapporti con Gheddafi e Putin. "Con cognizione di causa diretta, posso dire che e' davvero una colossale sciocchezza. Se il Pil italiano e' cresciuto al pari degli altri paesi europei, se l'export ci ha trainato, e' stato grazie alla capacita' di promuovere il mode in Italy. Da parte del presidente Berlusconi e del sottoscritto. E in politica estera, se non vi e' fiducia, non si ottiene niente".

Commenta Stampa
di Nando Cirella
Riproduzione riservata ©