Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Frattini sul caso Battisti: "Andremo al tribunale dell'Aja"

Reazione del ministro dopo dichiarazioni dell'ex militante

Frattini sul caso Battisti: 'Andremo al tribunale dell'Aja'
08/09/2011, 19:09

Posizione e dichiarazione ufficiale del Ministro degli esteri, Franco Frattini, sul caso Battisti, alla luce delle dichiarazioni rilasciate qualche giorno fa dall’uomo. L’ex militante dei Pac aveva infatti detto di non essere responsabile degli attentati dei quali viene accusato, ribadendo però le sue posizioni politiche degli anni settanta. Le parole di Battisti hanno causato sgomento da parte delle famiglie delle vittime e del mondo politico di maggioranza e opposizione. Frattini ha quindi detto che “Il tribunale dell'Aja sarà investito del caso Battisti entro fine mese”. “Ho chiesto al ministro degli esteri brasiliano”, ha continuato il Ministro, “di incontrarci a New York il 22 settembre  entro quella data, di sicuro, avremo una risposta. Se il Brasile non nominerà la commissione ci rivolgeremo direttamente all'alta corte internazionale perché nomini un rappresentante di San Paolo”. Dunque il governo italiano ricorrerà alla Corte Internazionale di Giustizia, dopo che il Brasile proprio l’8 giugno scorso, aveva negato all’Italia l’estradizione di Battisti.

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©