Politica / Politica

Commenta Stampa

Rinvio in aula alla prossima settimana

Frenata dl sul femminicidio. Troppi emendamenti

Dl dal carattere "omibus", dalle violenze alla sicurezza

Frenata dl sul femminicidio. Troppi emendamenti
25/09/2013, 15:41

ROMA -  Frenata alla Camera per il decreto legge sul femminicidio, approvato lo scorso agosto dal Consiglio dei ministri, a causa nei numerosi emendamenti.

L'esame delle proposte di modifica, 414 in tutto, inizierà nel pomeriggio ma, vista la "mole" del fascicolo, l'ufficio di presidenza congiunto delle commissioni Affari costituzionali e Giustizia ha deciso all'unanimità di chiedere formalmente di spostare l'approdo in aula del testo da domani a mercoledì 2 ottobre. Il rinvio in aula alla prossima settimana mette però il dl a rischio: la conversione in legge deve infatti avvenire entro il 15 ottobre e al Senato rimarrebbero dunque pochissimi giorni utili per l'esame.

In una sola giornata sarebbe impossibile esaminare tutti gli emendamenti e inviare il testo in aula già domani. Anche stabilendo una seduta notturna. Tra l'altro, sottolineano fonti parlamentari, si tratta di un dl dal carattere "omnibus" che contiene, oltre al contrasto della violenza di genere, norme in tema di protezione civile, di commissariamento delle Province, disposizioni per il potenziamento del corpo nazionale dei Vigili del fuoco e in materia di sicurezza e immigrazione, contrasto al fenomeno dei furti in danno di infrastrutture energetiche e di comunicazione. E' proprio questa eterogeneità dei contenuti a rendere le operazioni complicate, intralciando non poco la speditezza dell'iter.

 

 

Commenta Stampa
di Flavia Stefanelli
Riproduzione riservata ©