Politica / Parlamento

Commenta Stampa

FUMATE NERE PER L'ELEZIONE DI PECORELLA


FUMATE NERE PER L'ELEZIONE DI PECORELLA
17/10/2008, 08:10

Fumata nera per l'elezione di Gaetano Pecorella anche nella seconda e nella terza votazione prevista ieri in Parlamento per l'elezione del Giudice della Corte Costituzionale. Dopo i 445 voti della prima votazione, nella seconda ne ha presi 411. La terza non si è neanche tenuta, perchè era prevista alle 19, ma i parlamentari (poverini!) dovevano tornare a casa prima dell'inizio dello sciopero dei trasporti previsto per oggi. Infatti per lo stesso motivo oggi non si terrà la votazione prevista. Ma nel frattempo all'interno della maggioranza comincia ad affiorare palese qualche dubbio. Infatti il PdL aveva a disposizione più di 500 voti, a cui bisognava aggiungere quelli dei deputati dell'UDC e dei radicali eletti con i voti del PD. Il fatto che in entrambe le votazioni sia rimasto molto al di sotto di quella cifra, dimostra che la sua scelta crea malumori anche all'interno della stessa maggioranza. Sicchè si approfitterà del week end per valutare la possibilità di scegliere un altro nome: il più papabile è quello di Donato Bruno, sempre del PdL. E probabilmente questo è un nome su cui il PD potrebbe far confluire i propri voti.

Diverso il discorso per la Commissione di Vigilanza RAI, che la maggioranza continua a disertare per impedire che venga eletto Leoluca Orlando come Presidente. E continua a pretendere che l'opposizione scelga un candidato secondo i voleri della maggioranza, cosa a dir poco balzana, visto che per lunga prassi le commissioni di controllo (e lla Commissione di Vigilanza RAI lo è) vengono date all'opposizione.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©