Politica / Regione

Commenta Stampa

Funaro: “Napoli diventerà una caserma?”


Funaro: “Napoli diventerà una caserma?”
08/06/2011, 13:06

“A leggere le ufficiali intenzioni del neosindaco De Magistris di nominare un alto ufficiale dei Carabinieri come direttore generale del Comune, un suo collega pubblico ministero assessore e altre idee similari fa sorgere in me come cittadino ed ex consigliere comunale di lungo corso un serie di interrogativi”: lo afferma in una nota Nino Funaro già presidente di un gruppo consiliare napoletano.
“Sembra quasi che si vogliano lanciare messaggi, non voglio chiamarli addirittura avvertimenti, in direzione non si capisce di chi o di cosa” continua.
“Inoltre, non spetta al Sindaco indicare il futuro presidente dell’Assemblea cittadina ma ai consiglieri eletti che liberamente dovrebbero decidere chi li deve coordinare”.
“L’auspicio è che non si intenda trasformare l’amministrazione comunale in una sorta di caserma o ufficio distaccato di qualche Procura perché sono diverse le funzioni e le attribuzioni politiche ed istituzionali” aggiunge Funaro.
“Ma ciò che più mi meraviglia – sottolinea l’esponente politico- è che nessun consigliere comunale e nessun partito dice nulla. Probabilmente ancora frastornati dalle cocenti sconfitte elettorali”.
“Sia pure con tutto il rispetto dovuto, non è con carabinieri e pubblici ministeri che si fa entrare nuova legalità nel Comune ma con azioni ed operatività trasparenti e nell’interesse esclusivo dei cittadini amministrati” dice Funaro.
“Invito i partiti ed i consiglieri comunali ad essere particolarmente vigili in questa delicata fase per evitare di trovarsi completamenti esautorati o, peggio, “prigionieri” di logiche che poco hanno a che vedere con la politica sana e le sue regole democratiche”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©