Politica / Regione

Commenta Stampa

Capodanno trascorso sotto Palazzo Santa Lucia

Futuro e Libertà presidia la Regione in segno di protesta

Rivellini: Caldoro deve governare

Futuro e Libertà presidia la Regione in segno di protesta
01/01/2011, 14:01

"Dopo aver contribuito alla Tua elezione, stasera abbiamo sacrificato le nostre famiglie e noi stessi dedicandoTi il cenone di Capodanno, così da darTi la possibilità di governare in particolare in sanità senza condizionamenti dei partiti. Nomina chi credi, ad esempio i più anziani, ma dai una guida sanitaria agli ospedali nel caos. Non subire come all'Asl Salerno imposizioni e conta su FLI che desidera solo che i campani abbiano garantito il diritto costituzionale alle salute".
Questo il testo del messaggio inviato via sms al Governatore Caldoro dalla delegazione futurista che ha presidiato gli uffici della Presidenza della Regione Campania a Capodanno. Gli esponenti di Fli, guidati dal Coordinatore regionale Enzo Rivellini, sono rimasti dalla mattina del 31 dicembre fino a mezzanotte nel Palazzo della regione a Santa Lucia. Con Rivellini erano presenti il capogruppo provinciale Enrico Flauto, il capogruppo comunale Roberto De Masi e diversi dirigenti regionali.
L'europarlamentare Enzo Rivellini spiega il senso dell'iniziativa futurista: "Abbiamo contribuito all'elezione della Giunta Caldoro e come Fli intendiamo continuare ad offrire all'amministrazione regionale il nostro costruttivo apporto nell'interesse esclusivo dei cittadini e per fare in modo che sia garantito ai campani il diritto costituzionale alla salute. La nostra iniziativa di capodanno non ha nulla di pretestuoso e strumentale: è stata un'azione forte per stimolare Caldoro e la sua Giunta affinchè compiano scelte di governo e superino la fase ragionieristica che ha finora contraddistinto l'azione dell'esecutivo. La proroga di soli 15 giorni ai Commissari straordinari delle Asl, decisa dalla giunta nei giorni scorsi, conferma che le aziende sanitarie e gli ospedali in particolare non hanno una governance sanitaria. Questo determina confusione e instabilità nei presidi. Caldoro e la Giunta si facciano consigliare ma scelgano, è ora di governare. La sanità non può ulteriormente attendere, ma necessita di una guida forte ed autorevole. Il governatore non subisca i condizionamenti dei partiti, compie le scelte che gli spettano e dia una guida alle strutture sanitarie".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©