Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Gabriella Carlucci: "MI auguro che suo figlio venga preso dai pedofili"



Gabriella Carlucci: 'MI auguro che suo figlio venga preso dai pedofili'
26/04/2009, 08:04

Gravissime, ma passate come sempre sotto silenzio, le parole pronunicate dalla deputata del PdL Gabriella Carlucci. Come è noto, la Carlucci si sta interessando ad una legge che, dietro l'apparenza - molto, ma molto labile - di una legge per la sicurezza contro i pedofili, vuole imporre nel nostro Paese una censura di Internet totale, qualcosa di simile a quello che accade in Cina.
Giovedì 23 aprile si stava discutendo in un convegno su questo tema a Palazzo Marini di Roma, nella Sala delle Colonne, dove l'associazione Altroconsumo aveva invitato la deputata PdL a parlare proprio di questa legge di censura. Mentre Alessandro Giglioli, esponente dell'associazione, sta parlando, paragonando Internet alle strade di una città, ("Lei non può mettere un poliziotto ad ogni angolo della città"), si sente distintamente Gabriella Carlucci che dice: "Le auguro che appena suo figlio accenda Facebook venga intercettato da dei pedofili, e che lo incontrino sotto scuola".
Io posso capire l'astio e la rabbia che può provare una persona nel difendere un progetto di legge che probabilmnete non è neanche suo (pare che provenga dalla società Univideo, distributrice di film, ndr) e sul quale non ha alcun argomento da portare avanti, ma certe cose non si pensano neanche, considerando quanto è grave quello che accade ai bambini stuprati dai pedofili.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©