Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Galan e D'Alema presentano il libro Quelle reti in mezzo al mare


Galan e D'Alema presentano il libro Quelle reti in mezzo al mare
10/02/2011, 12:02

Martedì 15 febbraio alle ore 18:00 presso la sede Legacoop di via Guattani 9, a Roma, Giancarlo Galan, ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali. Massimo D’Alema, presidente Copasir, presidente fondazione Italianieuropei presentano il libro Quelle reti in mezzo al mare Le coste, il clima e la pesca nell’ecosistema mediterraneo di Ettore Ianì e Olga Ferraioli, per le edizioni Donzelli, modera Stefano Cataudella, docente di ecologia all’Università di Roma Tor Vergata.

Dalla centralità della fascia costiera, coacervo di interessi crescenti e conflittuali, alla politica marittima integrata; dagli effetti dei cambiamenti climatici sull’ambiente marino alla tutela della biodiversità e all’affermazione dei principi dello sviluppo sostenibile; dal pescatore bracciante del mare a operatore ecologico: un cammino per meglio comprendere e riscoprire il bene mare. Sullo sfondo dell’inasprirsi delle diverse crisi, economica, ambientale e sociale, gli autori intrecciano questi temi in un’indagine a tutto campo, da cui emerge l’urgenza del coordinamento di una politica marittima globale, che sia in grado di sviluppare, in modo ecologicamente ed economicamente sostenibile, le inedite potenzialità di crescita di una nuova economia del mare.

Con grande competenza tecnica, lucidità e schiettezza, viene affrontato l’universo dei problemi legati alla pesca, nel quadro di una nuova lettura dello scomodo binomio tra pesca e ambiente; mettendo in guardia, alla vigilia della riforma della Politica comune della pesca, sulle derive del dirigismo comunitario, e lanciando la sfida di un ripensamento del modello di sviluppo, che valorizzi la multifunzionalità dell’impresa e i nuovi ruoli che i produttori si candidano a giocare nella tutela attiva dell’ambiente marino, nella promozione turistica dei territori costieri, così come nella valorizzazione dell’agroalimentare di qualità.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©