Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Galan per il giorno della memoria


Galan per il giorno della memoria
27/01/2011, 12:01

“Per anni ho avuto l’onore di celebrare il Giorno della memoria nel più antico ghetto del mondo, quello di Venezia, che rappresenta per gli ebrei e per tutti noi il centro di una storia che ci appartiene, in quanto storia nostra che qualcuno orribilmente tentò di cancellare per sempre.
Oggi, da Ministro delle politiche agricole, desidero ricordare con sincera emozione che nell’elenco dei giusti fra le nazioni ci sono i nomi di 48 contadini e braccianti, i quali, nel corso della seconda Guerra Mondiale, misero a rischio la loro vita e quella dei loro cari pur di salvare molti ebrei in quel momento per davvero inermi di fronte alla ferocia nazista. Contadini e braccianti che da Asti a Grosseto, da Treviso a Chieti, hanno trovato il coraggio per dare rifugio a chi ne aveva disperato bisogno, condividendone ansie e paure. Alle donne e agli uomini delle campagne che sono diventati ‘giusti’ fra le nazioni va il mio più commosso e sentito omaggio, assieme a quello di tutti coloro che ancora oggi appartengono al mondo dell’agricoltura”.
Così il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Giancarlo Galan.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©