Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Galan su memoria e luce


Galan su memoria e luce
10/03/2011, 16:03

“Nonostante un’incredibile ma purtroppo quasi assoluta disattenzione mediatica, sono venuto a conoscenza di quanto compiuto da qualche teppista a danno del monumento ‘Memoria e Luce’, progettato e costruito dal grande architetto Daniel Libeskind a ricordo della strage avvenuta con la distruzione delle Torri Gemelle.
Tutto ciò accade a Padova, in un luogo tra i più altamente simbolici della mia amatissima città perché spazio vicinissimo alla Cappella degli Scrovegni e a tutti i grandi monumenti che fanno di Padova una delle città più affascinanti del nostro Paese.
L’ignobile vandalismo compiuto contro un monumento, la cui realizzazione fu sostenuta unanimamente dai sindaci Giustina Destro e Flavio Zanonato, non si spiega altrimenti che con un rigurgito di degrado culturale e civile che cittadini ed istituzioni devono saper combattere, respingere, isolare.
Lo splendido monumento ‘Memoria e Luce’ fu inaugurato dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ed è un’opera d’arte che sta a testimoniare il profondo legame che unisce il Veneto agli Stati Uniti d’America, dato che decidemmo di costruire questo capolavoro dell’architettura contemporanea dopo che il Dipartimento di Stato Americano aveva stabilito di donare al Veneto il grande frammento di una delle travi superstiti delle Torri Gemelle.
Al momento ignoro l’entità e la gravità dei danni subiti, augurandomi comunque che Regione del Veneto, Comune di Padova, istituzioni pubbliche e private sappiano far fronte a ciò che risulterà necessario per restaurare le parti danneggiate di un “memoriale” voluto a condanna eterna di ogni forma di terrorismo”.
Con queste parole, il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Giancarlo Galan interviene sul caso degli atti vandalici contro il monumento ‘Memoria e Luce’.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©