Politica / Parlamento

Commenta Stampa

La sinistra ha paura delle elezioni

Gelmini: dimissioni Fini, la scelta spetta a lui


Gelmini: dimissioni Fini, la scelta spetta a lui
12/08/2010, 08:08

ROMA - "Fini sa come sono andate le cose, la scelta sulle dimissioni spetta soltanto a lui". Mariastella Gelmini, ministro dell'Istruzione, in un'intervista al Corriere della sera, trae "una morale" dalla vicenda politica attuale: "Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare". Ovvero, "quando la battaglia si fa difficile, in campo resta solo Berlusconi. Fini si confronta e si scontra con lui, Di Pietro se lo sogna di notte, il Pd non sa che pesci pigliare e di fronte alle elezioni scappa a gambe levate, Casini ci va a cena, e la cosa si trasforma in evento. E gli obiettivi di Bossi sono raggiungibili sono grazie all'alleanza con Berlusconi. Qualsiasi tentativo di azzopparlo, non fa che confermare la centralita' del presidente". Per il ministro, il presidente della Camera "ha sbagliato nel cercare una contrapposizione tra legalita' e garantismo, che sono da sempre due capisaldi del Pdl. Ma ancora di piu' ad agitare questa bandiera nei confronti di esponenti di partito". Impossibile un accordo in extremis? "Lo spazio per ricucire - ammette Gelmini - e' poco. Gli italiani ci hanno mandato al governo per cambiare, non certo per tirare a campare. Dobbiamo capire in fretta se ci sono le condizioni per un'azione di governo vigorosa e risoluta. Questo e' il senso dei quattro punti da sottoporre al Parlamento dopo l'estate. Il programma, a parole, e' il punto di riferimento per tutti. Ora, occorre dimostrarlo nei fatti". Quanto alIl documento dei senatori di Futuro e liberta', "e' una dichiarazione di grande apertura, che richiama la centralita' del programma. Mi pare che in quel testo emerga la preoccupazione doverosa di non tradire il mandato elettorale, e anche un invito a raffreddare il clima. Francamente, non credo che i toni usati da altri esponenti di quel gruppo siano opportuni. E, peraltro, nemmeno utili allo stesso Fini".

Commenta Stampa
di Nando Cirella
Riproduzione riservata ©

Correlati