Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Nessuna cancellazione degli 80 ml per assumere 4200 giovani

Gelmini e Tremonti assicurano:"Nessun taglio alla ricerca"


Gelmini e Tremonti assicurano:'Nessun taglio alla ricerca'
15/11/2009, 12:11

MILANO - Manca oramai pochissimo all'approvazione della finanziaria da parte del Senato e, dal ministro dell'Istruzione Maria Stella Gelmini, arriva, secca e decisa, la smentita riguardo la cancellazione di 80 milioni di euro di fondi per la stabilizzazioni di circa 4200 giovani ricercatori universitari.
È una notizia destituita da ogni fondamento - commenta infatti la Gelmini -. Forse tutto nasce dal fatto che il presidente della Commissione cultura e scuola del Senato aveva presentato un emendamento per ripristinare un vecchio taglio che era contenuto nella precedente Finanziaria. Invece non c'è nessun taglio aggiuntivo".
Il ministro poi precisa che, riguardo il futuro della ricerca, tutto dipende dai progetti presentati dai ricercatori. I ritardi acculumati sino ad ora nella destizione dei fondi è riconducibile a qualche "piccolo problema burocratico ora risolto". 
E mentre si continua a doversi accontentare "di non-tagli" in un settore che di certo avrebbe bisogno di maggiori investimenti, la Gelmini elogia la "finanziaria light" del collega Tremonti e lancia una frecciata ai dirigenti scolastici che protestano a causa della mancanza di risorse per i istituire i corsi di recupero. "I dirigenti si lamentano spesso e dovrebbero fare bene il loro mestiere - sostiene il ministro dell'Istruzione -.
Quando uno ha incarichi così importanti deve saper scegliere le priorità e farsi bastare le risorse che ci sono. Il problema è che si spendono male tante risorse in piccoli progetti un pochino clientelari che non servono. Dove ci sono dirigenti capaci - conclude - le scuole funzionano e riescono a trovare le risorse per le pulizie e per i progetti fondamentali".

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©