Politica / Parlamento

Commenta Stampa

"La sentenza non conta nulla"

Genova: Mantovano difende i poliziotti del G8 del 2001


Genova: Mantovano difende i poliziotti del G8 del 2001
19/05/2010, 14:05

ROMA - Adesso hanno un difensore di alto livello, i vertici della Polizia condannati dalla Corte d'Appello di Genova per le violenze avvenute nella scuola Diaz di Genova durante il G8 del 2001. Si tratta del Sottosegretario all'Interno Alfredo Mantovano, che oggi ha sostenuto che la sentenza non conta nulla: "E' una sentenza che non dice l'ultima parola, in quanto afferma l'esatto contrario di quanto era stato stabilito in primo grado e quindi ora andrà al vaglio della Corte di Cassazione". Da notare che lo stesso Mantovano, quando uscì la sentenza di primo grado, disse che quella sentenza era la dimostrazione che c'era stata qualche violenza, sì, ma a livello di qualche singolo. Evidentemente per lui contano solo le sentenze che gli appaiono più simpatiche.
In realtà, per chi ricorda quegli avvenimenti, appare più simile alla realtà questa sentenza di appello che non quella di primo grado. Certo, resta un punto oscuro: i vertici della Polizia agirono di propria iniziativa oppure ricevettero ordini o indicazioni da altrove

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©