Politica / Regione

Commenta Stampa

Gentilini: "Contro la febbre suina, usiamo il saluto romano"


Gentilini: 'Contro la febbre suina, usiamo il saluto romano'
09/09/2009, 21:09

Ennesima conferma, ove ce ne fosse bisogno, su quali sono le vere tendenze politiche del partito della Lega Nord. In un'intervista al Mattino di Padova, il vicesindaco di Treviso Giancarlo Gentilini ha detto che il rimedio per evitare l'influenza suina è il saluto romano: braccio destro sollevato in alto, accompagnato da un "Ave". In questa maniera si eviterebbe il contagio e tutti sarebbero più felici.
Ora, tralasciamo anche per un attimo il fattio che l'influenza suina si sta dimostrando più debole di una normale influenza, nel senso che contagia molti ma uccide solo persone che sono molto deboli per problemi cardiaci, respiratori, di alimentazione e così via. Ma c'è qualcuno che può perdere 10 minuti (o conoscendo il tipo qualche ora) a spiegargli che il saluto romano è incostituzionale e illegale? Si tratta di un reato connesso al divieto di ricostituzione del partito fascista. Mentre è evidente che una parte non indifferente di queste persone hanno nel tempo sostituito il nero con il verde.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©