Politica / Napoli

Commenta Stampa

Gianturco, Sacchetti d’immondizia nelle condotte dell’Arin


Gianturco, Sacchetti d’immondizia nelle condotte dell’Arin
26/03/2012, 15:03

C’erano anche dei sacchetti d’immondizia all’interno delle condotte dell’Arin che portano l’acqua potabile nelle case dei cittadini di Gianturco e Poggioreale. La terribile scoperta è stata compiuta dalla IV Municipalità e dalla polizia municipale durante l’opera di restyling della rotonda di Gianturco, all’altezza dell’ex area Gaslini, e di via Grimaldi. L’opera a costo zero, grazie all’intervento di sponsor-benefattori, è stata presentata stamane alla stampa. <<Il ritrovamento di rifiuti nelle condotte dell’Arin - spiega il comandante del nucleo operativo del Palazzo di Giustizia della polizia municipale, Enrico Fiorillo - rappresenta un fatto pericolosissimo ed è soltanto una delle tante emergenze che abbiamo risolto nel corso dei sei mesi di operazione>>. Per il presidente della IV Municipalità, Armando Coppola <<è il segnale di quanto l’area sia rimasta abbandonata per troppo tempo dalle istituzioni>>. In totale sono circa quaranta, tra ditte pubbliche e soprattutto private, che sono intervenute per rifare il look e per bonificare la zona. Nel corso dell’intervento è stata rimossa una tonnellate di immondizia, tra cui diversi quintali di amianto lasciato in strada; è stato ricomposto il verde pubblico con l’applicazione di alberi e fioriere anche per impedire la prostituzione ed il parcheggio selvaggio; sono stati installati nuovi illuminatori pubblici ed è stata ripristinata la segnaletica. <<Adesso ci tocca il compito della manutenzione e di non buttare al vento tutto il lavoro svolto. Con lo stesso sistema degli sponsor - afferma il tenente Fiorillo - recupereremo nel giro di tre o quattro mesi anche la mega-fontana del Centro direzionale diventata un ricettacolo di spazzatura>>. <<Interventi del genere possono essere compiuti soltanto quando c’è volontà di accordo tra pubblico e privato - sottolinea Coppola - Senza fondi da parte del Comune abbiamo dovuto cercare strade alternative per condurre in porto interventi necessari alla cittadinanza, e per ringraziare il Corpo dei vigili urbani doneremo delle nuove divise agli agenti che presidiano il nostro territorio e che troppo spesso sono costretti a restare in strada soltanto con una pettorina>>.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©