Politica / Napoli

Commenta Stampa

Giochi di luci e riflettori led visibili fino al centro città per la Stazione Marittima di Napoli


Giochi di luci e riflettori led visibili fino al centro città per la Stazione Marittima di Napoli
21/12/2011, 14:12

Giochi di luci e riflettori led visibili fino al centro città per la Stazione Marittima di Napoli da ieri sotto le luci di “IlluminiAmo Napoli” il programma di iniziative di promozione delle attività imprenditoriali e turistiche realizzato dalla Camera di Commercio di Napoli in occasione delle festività natalizie.

Dopo l’illuminazione del Maschio Angioino e la proiezione delle immagini dei personaggi celebri della città, da Totò a Massimo Troisi fino ad Eduardo e Sofia Loren, nei prossimi giorni si alterneranno sulle mura laterali del Castelnuovo una serie di messaggi augurali per il prossimo anno dedicati ai turisti ospiti in città. Il Palazzo Reale di Napoli invece, dopo l’accensione avvenuta alla presenza del cardinale Sepe nella serata conclusiva dell’anno giubilare per la città, offre uno spettacolo di luci realizzato da una regia computerizzata, con effetti suggestivi prima sulle statue dei re nella piazza del Plebiscito e poi con coreografie luminose irradiate su tutti i piani. Gran finale di luci con il tricolore su tutta la facciata principale per celebrare i 150 anni dell’Unità d’Italia.

“Abbiamo voluto far brillare i nostri tesori, i principali monumenti cittadini e le strade dello shopping – afferma il presidente della Camera di Commercio di Napoli, Maurizio Maddaloni – attraverso le luci di ‘IlluminiAmo Napoli’ per sottolineare ancora una volta, come nelle parole del cardinale Sepe, che la nostra città non è una storia finita male. Il Palazzo Reale illuminato con le luci scenografiche realizzate dalla Camera di Commercio – aggiunge Maddaloni - e il messaggio di auguri che comparirà sulla facciata principale, sarà un modo nuovo per brindare al nuovo anno e vivere tutti insieme, turisti e cittadini, l’atmosfera del concerto di piazza del Plebiscito reso possibile anche grazie all’impegno dell’ente camerale partenopeo”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©