Politica / Parlamento

Commenta Stampa

In occasione di Tuttosposi

Giovanardi interviene a Napoli sulla famiglia


Giovanardi interviene a Napoli sulla famiglia
22/01/2011, 13:01

Napoli – “La Famiglia, per lostituzione e per questo Governo è alla base del sistema sociale italiano e quindi merita la massima attenzione”. La dichiarazione del Senatore Carlo Giovanardi, intervenuto a Napoli ai Forum della Famiglia promossi dall’Osservatorio Familiare Italiano, ha chiarito inequivocabilmente la considerazione del Governo in merito all’importanza della famiglia.

Il Sottosegretario di Stato della Presidenza del Consiglio con delega alla Famiglia ha poi affermato: “La famiglia è un tema sul quale in Parlamento spesso esiste condivisione trasversale. Le questioni familiari hanno sempre trovato un risultato che coinvolge diverse forze politiche, perciò auspico che forze come l’UDC possano convergere sulle posizioni del Governo”.
Stimolato dalle domande di Roberto D’Antonio, moderatore dei Forum, il senatore Carlo Giovanardi ha toccato anche il tema delle adozioni e delle coppie gay affermando: “Mi domando se oggi l’Europa debba dotarsi di nuovi passaporti, perché la vecchia dicitura di padre o madre o di genitore 1 o genitore 2 sul documento sia superata e obsoleta? E dopo quanto accaduto con il caso Elton John – si è chiesto Giovanardi - che dobbiamo fare, dobbiamo lasciare spazio a 5 genitorialità? Partendo dal donatore del seme a chi a donato l’utero in affitto sino ai presunti genitori?”. Infine Il Sottosegretario Giovanardi ha sottolineato come, in chiave futura, le famiglie con figli rappresentino il futuro della società e quindi anche economico sul quale puntare, perciò ha concluso dicendo: “Bisogna aiutare le famiglie con figli, supportandole con tutti gli strumenti possibili ed anche quelle famiglie che non hanno figli devono capire che contribuendo garantiscono il futuro della società italiana”.

Anche lo psicologo e scrittore Paolo Crepet, intervenuto nella parte iniziale del Forum ha indicato che nella famiglia attuale esiste un problema: “Oggi abbiamo un problema devastante anche dal punto di vista delle ricadute economiche. Abbiamo un’educazione sbagliata dei genitori con i figli, concediamo troppo. Io lascio un appartamento a mia figlia, lei non fa niente, raschierà il barile dell’appartamento e fino a qui bene, il futuro non è il confronto tra me e mia figlia, il vero confronto è tra me e la figlia di mia figlia. Insomma – continuato – il primo lavoro bisogna farlo all’0intenro e poi vedere fuori casa cosa succede”

L’assessore alla Pari opportunità del Comune di Napoli, Graziella Pagano, ha puntato il dito sulla necessità di aiutare le donne da sempre in prima linea per le questioni legate alla famiglia e poi ha cancellato vecchie idee della politica di sinistra: “La sinistra deve abbandonare un concetto antico secondo il quale tutto deve essere pubblico, serve l’interazione con il privato. Gli asili nido e le strutture sociali, che hanno costi impossibili per la pubblica amministrazione, non possono esistere con il solo impegno del pubblico, ma si devono avviare politiche nuove basate sull’interazione pubblico-privato”
Domani, sabato 22 gennaio, il convegno conclusivo con inizio alle 10.30 sul tema “I nuovi doveri dei genitori”. Interverranno il giornalista Tiberio Timperi, l’avv. Matteo Santini, presidente Nazionale Ass. Centro studi diritto di famiglia, la dott.ssa Antonella Bozzotra, vicepresidente dell'Ordine degli Psicologi della Campania, Rosaria Giampetraglia, docente Diritto Privato Facoltà Giurisprudenza Università Parthenope, l’avvocato Matrimonialista Annamaria Bernardini de Pace, l’avv. Mariagiuseppina Chef della Commissione Famiglia del Consiglio Nazionale Forense, l’avv. Luisa Errico, presidente Ass. Centro Studi Diritti degli Affetti, l’avv. Rosanna Dama, presidente dell’ Associazione Italiana Avvocati per la Famiglia

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©