Politica / Politica

Commenta Stampa

"La droga concausa della crisi delle Borse"

Giovanardi: "Test antidroga obbligatorio per i traders in Borsa"


Giovanardi: 'Test antidroga obbligatorio per i traders in Borsa'
10/10/2011, 14:10

ROMA - Ancora esternazioni, fatte questa volta a Klauscondicio, del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, con delega alla famiglia, Carlo Giovanardi. Che questa volta punta il dito sulla Borsa di Milano: "Dopo piloti, autisti, funzionari pubblici, chirurghi, poliziotti e carabinieri, è assolutamente auspicabile che siano rapidamente effettuati controlli antidroga anche a Piazza Affari. Spero di farlo in collaborazione con Borsa Italiana. Persone con grande responsabilità a cui vengono affidati i nostri soldi - ha aggiunto il sottosegretario - devono avere doti di equilibrio. Questo test è assolutamente accettabile. Dubito che un risparmiatore voglia affidare i suoi soldi a un trader drogato o alcolizzato. Ci sono pubblicazioni che collegano il crack di New York all’abuso di droga. Allarmi seri da prendere in considerazione".
Parla poi di studi che affermano che gran parte dei traders sono persone che usano abitualmente la cocaina, e conclude: "Intendiamoci la droga non è la causa delle oscillazioni di Borsa, ma sicuramente una concausa, un allarme che va accolto".
Certo resta da capire come mai, tra tante categorie che hanno l'obbligo di fare l'esame antidroga, l'unica categoria che invece l'ha fatta facoltativamente sono stati i Parlamentari italiani. E nonostante la facoltà di scegliersi la data e nonostante l'abbiano fatto poche decine di parlamentari, ci sono state alcune positività.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©