Politica / Regione

Commenta Stampa

Dalla Shoah alle Foibe

Giovane Italia: tutte le stragi sono uguali


Giovane Italia: tutte le stragi sono uguali
20/02/2011, 13:02

Shoah e Foibe idealmente unite. La memoria senza distinzione di colore politico. Un unico dolore che unisce i martiri di ogni fanatismo. 27 gennaio e 10 febbraio: due date ravvicinate, ma, nella sostanza, lontane anni luce. Troppo spesso, nel commemorare tragedie consumatesi ai danni di civili innocenti, la strumentalizzazione politica prevale sulla reale necessità di far si che simili eccidi non vengano dimenticati. Antonio Vitale, membro dell’assemblea provinciale della Giovane Italia, si è fatto promotore di una singolare iniziativa, volta a celebrare le due tragedie in un unico momento. La celebrazione consisterà nella proiezione di tre film che, in modi diversi, hanno degnamente rappresentato quei momenti storici. Le pellicole prescelte da Vitale sono: Il pianista, La vita è bella e Il cuore nel pozzo. Saranno tutte proiettate nelle serate tra il 28 febbraio e il 2 marzo presso la sede della Giovane Italia di Palma Campania in sita in via San Felice 210. Si partirà con la proiezione de “Il pianista”, si concluderà con “Il cuore nel pozzo”. «La politicizzazione di questi eventi – spiega Vitale – perpetrata in tutti questi anni, ha finito per sminuire il senso profondo che invece dovrebbero assumere. La mia iniziativa vuole restituire a tragedie di questa portata la dignità che meritano, a prescindere da qualsiasi connotazione politica. In questi tre giorni, ci sarà spazio soltanto per il ricordo, nella speranza che tutto questo serva a rendere chiaro un messaggio: la morte non ha colore!».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©