Politica / Napoli

Commenta Stampa

Giovedì funzionari pubblici rumeni incontrano al Comune l'assessore D'Angelo


Giovedì funzionari pubblici rumeni incontrano al Comune l'assessore D'Angelo
13/09/2011, 15:09

Da Napoli, una mano tesa alle autorità romene. L’intento è quello di portare in Romania il know-how necessario perché i lavoratori emigrati tornino a specializzarsi e a lavorare nei loro luoghi di origine, come stabilito dal protocollo d’intesa sottoscritto l’anno scorso tra il Comune di Napoli e quello di Bucarest.

Per questo motivo, sono in visita a Napoli fino a sabato cinquanta tra funzionari pubblici ed esperti del terzo settore provenienti dalla Romania. Il programma di incontri, che si è aperto lunedì con un workshop sui progetti di inclusione sociale promossi dall’AVoG, prevede per giovedì 15 alle ore 10 il momento più significativo: la delegazione rumena sarà infatti ricevuta al Comune dall’assessore alle politiche Sociali Sergio D’Angelo.

A portarli qui sarà l’AVoG (Associazione Volontariato Guanelliano), che ha vinto un bando europeo per l’apertura di centri di inclusione in Romania, battendo la concorrenza dei tedeschi.

Integrazione del mercato del lavoro, aumento delle opportunità per le persone con disabilità, trasferimento di buone pratiche, dunque. Sono gli obiettivi che la Fondazione AVoG persegue da oltre dieci anni sull’asse Napoli-Bucarest. Da tempo, infatti, l’AVoG partecipa in Romania a diversi progetti cofinanziati dall’Unione Europea in partnership con società e associazioni locali e si occupa a Napoli di mediazione sociale, scolastica e culturale, occupando dal 2005 la villa requisita al clan Misso in Largo Donnaregina.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©