Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Sanzione raddoppiata se in presenza di un bambino

Giro di vite sulla sigaretta: multa a chi fuma al volante


Giro di vite sulla sigaretta: multa a chi fuma al volante
27/11/2009, 23:11

NAPOLI – Altra tegola sulla testa dei fumatori. Dopo il divieto di fumare nei locali e nei parchi pubblici, adesso arriva il veto anche nel rassicurante abitacolo della propria automobile: accendersi una sigaretta da oggi costerà 250 euro. In realtà sarebbe già vietato guidare e fumare (visto che il guidatore dovrebbe tenere entrambe le mani sempre sul volante), ma finora c'è stata una certa tolleranza sul tema. 

Uno studio della Società italiana di tabaccologia ha dimostrato che per accendersi una sigaretta si hanno circa 5 secondi di distrazione, ovvero quanto basta per provocare un incidente mortale e oltre il doppio di quanto distrae un telefono cellulare. Paertendo da questo studio, la commissione Lavori pubblici del Senato sta imboccando la strada per il divieto di fumo per chi è al volante. L’idea, che parte dal senatore leghista Piergiorgio Stiffoni, ha già raccolto consensi bipartisan.
I dati Aci-Istat danno ragione al senatore leghista. Nel 2008 più di 40mila incidenti, il 15,5% del totale, sono stati provocati dalla guida distratta (non solo dalle sigarette). Il divieto, a quanto si apprende, arriverà sottoforma di emendamento alla riforma del codice della strada, il testo che è già all’esame della commissione e che azzera il livello di alcol per i neopatentati.
Secondo il testo, a fumare al volante si rischia una multa di 250 euro e un taglio di cinque punti sulla patente, sanzione che viene raddoppiata se in auto ci sono dei minori. L’emendamento sarà messo ai voti nei prossimi giorni, anche se l’esito positivo delle votazioni sembra scontato.
Parere positivo è già stato espresso da Marco Filippi (Pd) e Angelo Cicolani (Pdl), oltre che da Gianpiero De Toni (Idv), che aveva presentato un disegno di legge sullo stesso tema.
Quindi, burocrazia a parte, la decisione pare essere ormai definitiva: la sigaretta distrae e non si potrà più fumare. E pare che non possano reggere nemmeno le precauzioni fai-da-te, ovvero tenere il pacchetto in un punto raggiungibile senza staccare gli occhi dalla strada, farsi accendere la sigaretta da un amico, fumare solo quando si è incolonnati nel traffico. Multa e decurta mento punti sono dietro l’angolo.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©