Politica / Regione

Commenta Stampa

Giunta, i provvedimenti: piano azione e coesione

Via a misure per l'occupazione

Giunta, i provvedimenti: piano azione e coesione
08/08/2013, 16:57

NAPOLI - Si è riunita a palazzo Santa Lucia la Giunta regionale della Campania presieduta da Stefano Caldoro.

 

Su proposta del presidente, dell’assessore al Lavoro e alla Formazione Severino Nappi e dell’assessore alla Cultura Caterina Miraglia, sono state approvate le misure di accelerazione della spesa del Programma Operativo Fondo Sociale Europeo in attuazione del Piano di Azione e Coesione.

 

In particolare, si è deciso di rifinanziare le iniziative su residenza e studio in scuole all’estero e sul raccordo scuola - lavoro, di stanziare ulteriori risorse per il fondo Microcredito, per i tirocini e per le misure innovative sperimentali di tutela dell’occupazione e delle politiche attive del lavoro collegate agli ammortizzatori sociali. E’ stato altresì rifinanziato il credito d’imposta per l’ occupazione dei lavoratori svantaggiati, affidando a Sviluppo Campania l’espletamento dell’istruttoria per la concessione del beneficio.

 

Su proposta dell’assessore al Bilancio Gaetano Giancane sono stati ridefiniti gli importi da assegnare a ciascuna area, a seguito della cessione di spazi finanziari agli enti locali,  nell’ambito del rispetto del patto di stabilità interno.

 

Su proposta dell’assessore alle Attività produttive Fulvio Martusciello è stata definita la disciplina di completamento in materia di autorizzazione energetica e dato il via libera alla costruzione da parte di Terna di elettrodotti a Bisaccia, Sicignano degli Alburni, Castellammare-Sorrento-Capri, Montecorvino-Avellino Nord, Fuorigrotta-Napoli Centro, Scafati, Sorrento-Vico Equense-Agerola-Lettere, Flumeri.

 

Infine, su proposta dell’assessore all’Agricoltura Daniela Nugnes, sono stati approvati le attività di informazione e formazione professionale previste dal PSR, il regolamento di attuazione per la realizzazione di impianti serricoli funzionali allo sviluppo delle attività agricole e il riparto dei fondi assegnati dal Mipaaf per i danni causati alle strutture aziendali dalle piogge alluvionali del novembre 2010 in provincia di Salerno.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©