Politica / Regione

Commenta Stampa

Giunta regionale della Campania, i provvedimenti


Giunta regionale della Campania, i provvedimenti
30/06/2012, 10:06

Si è riunita a palazzo Santa Lucia la Giunta regionale della Campania. Per impegni a Bruxelles del presidente Stefano Caldoro, la riunione è stata presieduta dal vicepresidente Giuseppe De Mita.

Su proposta del presidente, è stata approvata la rimodulazione finanziaria degli obiettivi del Piano di Azione e Coesione, relativi al contrasto alla dispersione scolastica, allo studio in scuole all’estero e alle iniziative di raccordo scuola - lavoro.

Sul piano sanitario, è stato approvato lo schema di protocollo di intesa con la Procura della Repubblica di Nola, le Asl Napoli 2 e 3, l’Inps, l’Inail e la Seconda Università per l’emersione del fenomeno delle malattie professionali; e deciso che le Asl e le Aziende ospedaliere utilizzino obbligatoriamente il Registro delle Malattie Rare.

D’intesa con l’assessore al Bilancio Gaetano Giancane è stato istituito, in attuazione della legge 7 dell’aprile scorso, il Fondo per la valorizzazione dei beni confiscati; d’intesa con l’assessore al Lavoro Severino Nappi è stato approvato il ddl in materia di sicurezza e qualità del lavoro; d’intesa, infine, tra il presidente, Nappi e l’assessore all’Ambiente Giovanni Romano sono state approvate le linee di indirizzo per la redazione del piano industriale di Campania Ambiente e Servizi.

Su proposta del vicepresidente De Mita, la Giunta ha prorogato i commissari straordinari EPT e Aziende Cura e Soggiorno fino all’entrata in vigore della legge sul turismo e comunque entro e non oltre il primo ottobre prossimo.

Su proposta degli assessori ai Lavori pubblici Edoardo Cosenza e alle Autonomie locali Pasquale Sommese sono state trasferite ai comuni, alle unioni e agli enti in forma associata che ne hanno fatto richiesta, le funzioni e le attività in materia di difesa del territorio dal rischio sismico.

Su proposta dell’assessore Giancane, sono stati approvati lo schema di rendiconto generale e rideterminati i residui passivi presunti.

Su proposta dell’assessore Romano, è stato ratificato il protocollo di intesa tra le Regioni Campania e Puglia per la regolamentazione dei trasferimenti idrici tra i due territori, e assegnata all’Arpac l’attività tecnico-istruttoria delle istanze di VIA, VI e VAS.

D’intesa tra Romano e l’assessore ai Trasporti Sergio Vetrella è stato dato il via libera al documento di indirizzo per la redazione dei piani di raccolta e gestione dei rifiuti nei porti di competenza della Regione Campania.

Infine, su proposta dell’assessore all’Urbanistica Marcello Taglialatela, è stata approvata la verifica di compatibilità del Piano territoriale di coordinamento della provincia di Caserta ed espresso parere conforme alla variante al piano regolatore ASI di Battipaglia per la realizzazione del programma PIU EUROPA sul recupero delle aree urbane.


Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©