Politica / Regione

Commenta Stampa

Silvio Branco dà spettacolo al suo ritorno a Casoria

Giuseppe Langella si conferma campione del Mediterraneo Ibf nei pesi welter


Giuseppe Langella si conferma campione del Mediterraneo Ibf nei pesi welter
11/04/2009, 12:04

Il ritorno vittorioso sul ring di Silvio Branco e la conferma del titolo di campione del Mediterraneo da parte di Giuseppe Langella sono stati gli spunti più importanti della serata di pugilato svoltasi ieri, venerdì 10 aprile, al palazzetto dello sport di Casoria. La riunione, organizzata dalla Boxing Cotena di Elio e Luciano Cotena, è stato il primo appuntamento seguito alla stipula del protocollo d’intesa tra i comitati regionali di pugilato e nuoto siglato a inizio settimana e che prevede, tra l’altro, l’organizzazione di un match di boxe nel corso di un incontro del campionato di pallanuoto del Posillipo, che disputa le proprie gare interne a Casoria.
A catalizzare l’attenzione degli appassionati è stato il ritorno sul ring dell’ex campione del mondo dei mediomassimi, Silvio Branco. Il “barbaro”, come viene soprannominato il 42enne di Civitavecchia, mancava dal tappeto da un anno: un incontro, quello che lo vedeva opposto all’ungherese Roland Horwath, che si è rivelato una sorta di formalità per il pugile della Opi 2000. Branco ha buttato al tappeto Horwath alla terza delle sei riprese previste. Per Branco quello di Casoria è stato una sorta di antipasto dell’incontro valido per il titolo mondiale che dovrebbe sostenere prossimamente con Adrian Diaconu: “Spero che la situazione legata a quest’incontro si sblocchi – ha detto a fine combattimento – anche perché è una vicenda che si trascina da tempo. Sono pronto, mi sento in forma e sono convinto di poter riportare a casa la corona dei mediomassimi Wbc”.
A seguire a bordo-ring la prova di Silvio Branco c’era a Casoria anche il suo allenatore, l’ex campione del mondo Patrizio Oliva, e Giacobbe Fragomeni, campione del mondo Wbc dei massimi leggeri: “Non era un incontro facile – ha proseguito il pugile di Civitavecchia – perché ero reduce da un anno di stop forzato e perché ho dovuto affrontare un pugile più pesante di me (oltre tre chili la differenza di peso) visto che nessun europeo della mia categoria intende sfidarmi. Alla fine le sensazioni che mi lascia l’incontro di Casoria sono più che positive”.
Bella conferma anche per Giuseppe Langella, che al palazzetto dello sport del comune alle porte di Napoli ha confermato il titolo di campione del Mediterraneo Ibf nei pesi welter battendo ai punti (con verdetto unanime, 118-110 118-110 117-110) lo sfidante, Michele Mottolese. Per il pugile di Torre Annunziata, 28 anni, una importante conferma in vista della sfida per il titolo italiano in programma il mese prossimo: “Avevo detto alla vigilia del match – ha sostenuto a fine incontro – che avrei dato spettacolo e così è stato. Sono contento anche perché ho mantenuto il titolo davanti ai miei familiari e a tanti amici che non mi hanno fatto mai mancare il loro sostegno. Adesso punto al titolo di campione italiano con la speranza di poter sostenere successivamente un incontro per l’Europeo”.
Nella riunione, oltre a quattro incontri tra pugili dilettanti e diverse esibizioni di altri sport, si sono svolti altri tre match professionistici: Samuele Esposito (pesi superleggeri) ha battuto per ko alla seconda ripresa l’ungherese Bela Sandor. Successi ai punti per Salvatore Carrozza (che ha superato Jozsef Molnar) e Salvatore De Martino (che ha avuto la meglio sull’ungherese Csaba Batta).
Soddisfatto l’organizzatore, Luciano Cotena: “È stata una bella serata di pugilato – ha detto – a cui seguiranno altre. Il mondo della boxe è in grande fermento, anche alla luce dei positivi risultati conseguiti alle Olimpiadi. Presto proporremo altri eventi di interesse nazionale, portando avanti l’intesa raggiunta in Campania tra le federazioni di pugilato e nuoto. Un altro obiettivo è quello di proporre un appuntamento di rilievo anche nella città di Napoli”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©