Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Vertice a Palazzo Grazioli per definire le linee guida

Giustizia, Alfano: avanti,saranno brevi i tempi per la riforma costituzionale


Giustizia, Alfano: avanti,saranno brevi i tempi per la riforma costituzionale
11/01/2010, 17:01

ROMA - Si è tenuto a Palazzo Grazioli, sede romana del Presidente del Consiglio, l'incontro tra il ministro della Giustizia Angelino Alfano, diversi capigruppo del Pdl e lo stesso Silvio Berlusconi.
Sulla riforma costituzionale della giustizia il guardasigilli non ha dubbi: si procederà in tempi molto brevi; data anche l'ottima intesa sul tema della maggioranza di centrodestra e il non eccessivo ostruzionismo dell'opposizione:"L'incontro è andato molto bene - ha infatti riferito Alfano ai cronisti-. Abbiamo riscontrato la consueta coesione di maggioranza e coalizione. Abbiamo deciso di andare avanti sulla riforma della giustizia e partiranno un numero di incontri all'interno della coalizione per definire il testo di riforma costituzionale, la grande riforma costituzionale della giustizia da sottoporre al dibattito parlamentare".
Processo breve e legittimo impedimento saranno dunque "
i progetti di legge calendarizzati che sono all'ordine del giorno di Camera e Senato". Ma le riforme non riguarderanno in via esclusiva la giustizia:"Avvieremo immediatamente incontri all'interno della coalizione di maggioranza per definire anche il testo base sulla riforme riguardanti le forme di Stato e di governo"; ha difatti precisato il Ministro. Ovviamente, per Alfano, non si tratta assolutamente di provvedimenti ad personam ma di interventi che"ci vengono chiesti anche dall'Europa: si tratta di un diritto sacrosanto dei cittadini, piu' volte riconosciuto anche dalle opposizioni". E a proposito di "opposizioni", ci sarà il dialogo con le forze esterne alla maggioranza per l'approvazione della corposa e fondamentale opera di riforma? Ovviamente, almeno dal punto di vista formale, da Palazzo Grazioli fanno sapere che "il testo sara' da sottoporre al dibattito parlamentare".

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©