Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Giustizia, Porfidia: "sono amareggiato"


Giustizia, Porfidia: 'sono amareggiato'
21/04/2011, 12:04

" Sono amareggiato poiché, solo dopo aver scelto questo nuovo percorso politico ed in concomitanza di queste importanti elezioni elettorali, è stata avanzata dall’Ufficio di Procura di Napoli, nei miei confronti, una richiesta di rinvio a giudizio, nonostante sia trascorso più di un anno e mezzo dalla chiusura delle indagini preliminari. La notizia relativa a tale avvenimento, che finora neanche io conoscevo e che dovrebbe essere coperta da segreto istruttorio, è stata divulgata dai mass-media. L’episodio contestato, oggetto del suddetto provvedimento, è bene evidenziarlo, riguarda ipotetiche vicende di natura prettamente privata accadute nel lontano anno 2004, e rispolverate solo negli ultimi periodi. Questa richiesta di rinvio a giudizio mi sorprende, atteso che, qualche anno fa, venuto a conoscenza attraverso i mass-media dei fatti in cui mi trovava coinvolto, mi recavo immediatamente presso gli Uffici della Procura di Napoli, dove presentavo delle memorie, suffragate da numerosi documenti, che ribaltavano l’ipotesi accusatoria e che erano e sono chiarificatori di ogni dubbio. Tra l’altro mi ha meravigliato la scelta operata dai P.M. procedenti di riascoltare, ai fini investigativi, solo una parte delle persone interessate e non altre che avrebbero potuto apportare un valido contributo alle indagini. Tuttavia, sono certo che chi mi conosce, sia come uomo che come politico, saprà trarre le evidenti considerazioni. In attesa di verificare quale sia il metodo per portare a conoscenza di tutti i cittadini gli atti del caso che mi riguarda, ripongo ampia e piena fiducia nell’operato dei Giudici che ritengo siano un baluardo della nostra Democrazia.".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©