Politica / Parlamento

Commenta Stampa

GIUSTIZIA, SCONTRO A TUTTO CAMPO


GIUSTIZIA, SCONTRO A TUTTO CAMPO
08/07/2008, 20:07

 

Lo scontro sulla giustizia è ormai il tema politico predominante, con buona pace di precari e nuovi poveri. Giovedì sarà Montecitorio a votare sul lodo Alfano. Il Governo ha dichiarato che modificherà il dl sicurezza per quanto riguarda l’emendamento bloccaprocessi. Mentre è in corso il “No cav day” dell’Idv, a piazza Navona, Francesco Cossiga attacca Di Pietro: “E’ un burattino esibizionista, che restituì100 milioni in una scatola di scarpe all’odore di inchiesta ministeriale. La Cia e gli Stati Uniti non sono stati estranei a Tangentopoli e alle disgrazie di Andreotti e Craxi”, dice l’ex presidente

Per il Presidente Fini è auspicabile che sia possibile “ampliare i tempi per l’esame del lodo Alfano, ma non c’è stata – dice - nessuna lesione delle prerogative parlamentari. Il regolamento della Camera attribuisce al Governo la facoltà di chiedere la modifica del calendario”. Il vicesegretario del Pd, Dario Franceschini, attacca Fini: “Nel primo passaggio parlamentare importante Lei accetta di essere strumento politico delle paure del Presidente del Consiglio. Lei oggi fa una forzatura sulle regole e sui precedenti. Lei calpesta i diritti dell’opposizione ed offende la Presidenza della Camera”.

I socialisti di Riccardo Nencini hanno intanto manifestato oggi al Quirinale per esprimere vicinanza al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, criticato dai girotondini. “Se fossimo in Parlamento - dice Nencini - avremmo problemi a votare contro il lodo Alfano, che protegge le più alte cariche dello Stato”.
 

Commenta Stampa
di Giulio d'Andrea
Riproduzione riservata ©