Politica / Politica

Commenta Stampa

Una norma garantisce lo "scivolo" verso la pensione

Gli esodati? Non tra i manager pubblici, garantisce il Pdl


Gli esodati? Non tra i manager pubblici, garantisce il Pdl
06/12/2012, 20:54

ROMA - Ancora una volta il Pdl si segnala per avere, insieme al governo, inserito nel maxiemendamento al decreto legge sullo Sviluppo, che ha avuto oggi la fiducia, un emendamento a favore dei manager pubblici (Rai, Enel, Poste). La norma - presentata dal senatore Maurizio Castro, del Pdl, bocciata on Commissione Industria, ma comparsa miracolosamente nel maxiemendamento - prevede che, nel caso in cui una delle suddette aziende sia in crisi, possa accordarsi con le organizzazioni sindacali ed offrire ai propri manager una soluzione diversa dal licenziamento. Praticamente l'impresa continuerebbe a versare i contributi all'Inps come se il lavoratore prendesse lo stipendio intero; contemporaneamente verserebbe al lavoratore lo stesso importo che gli toccherà come pensione una volta raggiunta l'età giusta. In questa maniera il dirigente non correrebbe il pericolo di trovarsi senza stipendio e senza pensione, come invece succede agli esodati. 
Il senatore Castro spiega così la sua norma: "Lo scivolo è costoso ma è uno strumento interessante per le imprese del dopo-Fornero intenzionate a razionalizzare i propri organici in un clima di confermata coesione sociale. Potrebbe diventare oggetto di contrattazione aziendale attraverso meccanismi di tipo assicurativo". 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©