Politica / Politica

Commenta Stampa

400 mln di euro per evitare default della Capitale

Governo: approvato il Milleproroghe, ecco le novità

Per la Tasi un altro rinvio

Governo: approvato il Milleproroghe, ecco le novità
27/12/2013, 14:22

ROMA  - Il governo ha approvato il decreto Milleproroghe.  Lo ha annunciato oggi il premier Enrico Letta al termine del Consiglio dei ministri.  Di seguito le misure approvate:

Quattrocento milioni di euro sono stati stanziati per evitare il default della Capitale.   

Addio agli affitti d’oro   -  Non è ancora chiaro il merito e l’entità. Nel provvedimento c’è comunque una norma per superare il pasticcio degli “affitti d’oro”  pagati da Camera e Senato per l’uso di alcuni palazzi del centro storico. Il provvedimento reintroduce la norma che consente di recedere dagli affitti stipulati anche in mancanza di clausola di rescissione.

Stop agli incroci  - C’è la proroga del divieto a incroci proprietari tra stampa e tv. La norma introdotta con la legge di stabilità dello scorso anno sarebbe, infatti, scaduta a fine anno. La norma, nella sostanza, vieta per chi ha più di una rete televisiva di acquisire partecipazioni in imprese editrici di pubblicazioni quotidiane. 

Fondi per l’alluvione  - Nel milleproroghe ci sono anche le norme che favoriscono i comuni colpiti da alluvioni e calamità naturali. Tra questi la Sardegna. I cittadini avranno una proroga negli adempimenti tributari.   

Tasi, un altro rinvio  - Le nuove norme sulla Tasi non sono state inserite nel dl mille proroghe . Il nodo delle detrazioni con molta probabilità finirà all’interno del decreto conversione Imu 2013 che scade a fine gennaio del prossimo anno. Per ora ci sono 500milioni di euro nella legge di stabilità appena approvata ma per portarli a 1,2, 1,3 miliardi si starebbe valutando la concessione di maggiore flessibilità sulle aliquote dei comuni.

Misure a sostegno del lavoro e dell'occupazione -  Il governo stanzia 700 milioni,  spiegando che 150 milioni vanno per le decontribuzione dell'occupazione giovanile, 200 per l'occupazione femminile e per i più anziani e 350 per interventi a sostegno della ricollocazione dei disoccupati. Le nuove risorse si aggiungono a quelle di giugno: si tratta di "un ulteriore intervento a favore della lotta alla disoccupazione giovanile", ha detto il premier Enrico Letta.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©