Politica / Politica

Commenta Stampa

Via libera per i Comuni di aumentare la Tasi

Governo: Consiglio dei ministri approva il “salva Roma”


Nella foto il sottosegretario Graziano Delrio
Nella foto il sottosegretario Graziano Delrio
28/02/2014, 14:48

ROMA -   Approvato il “salva Roma”. Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera al decreto sugli enti locali che contiene le nuove misure . "La somma trasferita tra il Commissario ed il comune di Roma - ha spiegato il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Graziano Delrio - resta uguale, ma le modalità sono differenti, sono somme dovute al commissario che vengono anticipate invece che diluite per fare massa critica".

Il decreto che dovrebbe far tirare fiato al bilancio della Capitale arriva dopo giorni di nervosismo: mercoledì infatti il governo aveva ritirato il Salva-Roma per evitare l'ostruzionismo di Lega e 5 Stelle, e giovedì il sindaco Ignazio Marino aveva lanciato un ultimatum: "Io da domenica blocco la città".

LA NOVITA’ -  Nel decreto  è contenuta inoltre la proroga a fine marzo della rottamazione delle cartelle che scadeva oggi. Da fonti ministeriali si apprende che la chiusura dell'operazione slitterebbe al 31 marzo. Via libera anche alla possibilità per i Comuni di aumentare la Tasi fino allo 0,8 per mille.

LA TASI  - Via libera del Cdm anche alla possibilità per i Comuni di aumentare la Tasi. Lo ha confermato il sottosegretario Delrio spiegando che "per ciascuna tipologia di immobile la flessibilità è fino all'0,8 per mille".

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©