Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Fli frena. Bocchino: "Prima la convention di Perugia"

Governo, Granata: "Ora appoggio esterno"


Governo, Granata: 'Ora appoggio esterno'
31/10/2010, 19:10

ROMA – Una fase due che aprirebbe alla rottura definitiva? “Dopo Perugia passiamo al sostegno esterno solo sul programma concordato e sulle emergenze del Paese”. Fabio Granata, vicepresidente della commissione Antimafia, parla di appoggio esterno all’Esecutivo Berlusconi, ma il suo pensiero viene immediatamente stoppato dagli altri suoi colleghi di partito in Fli. Un passo in avanti verso una crisi di Governo che il parlamentare esprime sul suo blog. “Gianfranco Fini ha ragione quando dice che l'Italia è ferma e il governo pure. Futuro e libertà dopo Perugia deve aprire una fase nuova, ritirando la propria delegazione al governo e assicurando l'appoggio esterno solo per affrontare le emergenze e le parti condivise del programma”, conclude Fabio Granata in un intervento pubblicato su www.fabiogranata.it.
Il vicepresidente della commissione Antimafia chiede uno sforzo “per distinguerci con più forza dall'attuale centrodestra e sopratutto non commettere errori nella organizzazione territoriale. Dobbiamo avere una grande capacità di ascolto della base e di coloro i quali dall'inizio ci hanno sostenuto. In Toscana come in Abruzzo, in Sicilia come in Piemonte non consentiamo il crescere di malumori o polemiche per l'eccessiva apertura verso soggetti e posizioni politiche non in linea con i grandiosi propositi di innovazione e legalità che ci siamo dati. È quella la nostra forza e la nostra garanzia per la prospettiva. Legalità, innovazione, coerenza per costruire una nuova Italia”, conclude Granata. A mettere un freno alla nuova fase auspicata dall’esponente di Fli è il capogruppo Italo Bocchino: “Facciamo la convention di Perugia, tutto il resto si vedrà dopo. Fini indicherà le soluzioni migliori alla luce dell'evoluzione del quadro politico. Stamane abbiamo vissuto una manifestazione significativa sia per la presenza di persone, superiore ad ogni aspettiva, sia per le parole di Fini”. “Quella di Granata è un'opinione e una provocazione, è chiaro che non ci si può aspettare di proseguire all'infinito in questo modo: l'impegno da noi preso a sostenere il governo non è a prescindere ma perchè si provi responsabilmente a dare alcune risposte alte al Paese” sostiene invece deputato di Fli Benedetto Della Vedova. “Va trovato un modo - aggiunge - per uscire dalle sabbie mobili invece di lamentarsi che si parla solo di cose che non interessano alla gente ma provare a fare in modo che il Paese discuta delle cose importanti”. “È chiaro - conclude - non possiamo passare il prossimo semestre di governo solo sulla riforma della giustizia, che pure è un tema importante. Non si può andare avanti all'infinito così, altrimenti bisogna prenderne atto”.

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©