Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Viceministri e sottosegretari nominati la prossima settimana

Governo: il 7/12 il Cdm varerà il pacchetto anticrisi

Sarebbe questa la data ultima. Probabile unica manovra

Governo: il 7/12 il Cdm varerà il pacchetto anticrisi
26/11/2011, 09:11

ROMA – L’ok del Cdm al primo pacchetto di misure anticrisi dovrebbe arrivare il 7 dicembre. Sarebbe questa la data di scadenza fissata dallo stesso governo, in queste ore al lavoro per realizzare misure eque, ma incisive, e riforme, come ha più volte ribadito il Professore, che saranno discusse con le parti sociali. La priorità sembra essere per il momento il tempo a disposizione: sollecitata la necessità di procedere in tempi celeri, la prossima settimana, terminati i nuovi impegni europei del premier (si tratta di Eurogruppo ed Ecofin), il Cdm tornerà quindi a riunirsi per varare le prime misure economiche. Secondo indiscrezioni non è da escludere l’ipotesi che sul tavolo del governo possa arrivare tutta la manovra di 25-28 miliardi: un unico pacchetto, quindi, con diversi provvedimenti, tra cui interventi sull’Ici, Iva, patrimoniale e irpef.
Anche la partita dei sottosegretari e viceministri sembrerebbe essere in dirittura d’arrivo, anche se in realtà questa ha subito diversi rallentamenti, prolungandosi più di quelle che erano le previsioni iniziali. Restano pochi giorni di attesa, a quanto pare, per gli aspiranti viceministri e sottosegretari: il via libera dovrebbe arrivare a inizio della prossima settimana. Il nodo più grosso è e rimane la poltrona che riguarda proprio il ministero dell’Economia, su cui pesa l’incognita Vittorio Grilli. Solo tecnici o anche politici, sta di fatto che il presidente del Consiglio ha ribadito ai partiti la sua intenzione di limitare al massimo le poltrone: una trentina di nomi, ma magari anche meno, solo 22 o 23 (una quindicina su indicazione dei partiti, più 7-8 di sua diretta emanazione). In queste ore si sta lavorando alla squadra di viceministri e sottosegretari dunque, che entro martedì dovrebbe essere resa pubblica. Il tutto all’insegna di quanto detto da Mario Monti: saranno figure di spessore, ma niente “trombati”.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©