Politica / Politica

Commenta Stampa

Governo, Letta: "Non mi faccio logorare"

?"Pd e Pdl rispettino gli impegni".

Governo, Letta: 'Non mi faccio logorare'
05/08/2013, 20:19

BOLZANO - Realizzare azioni concrete. E' questo l'obiettivo prefisso dal governo Letta nella realizzazione del programma, dando agli italiani cose da "toccare con mano". Il tutto eviterà il logoramento. A dichiararlo è il presidente del Consiglio, Enrico Letta: "Il logoramento ci sara' "nel momento in cui non si protranno piu' compiere fatti", aggiungendo che "a me non interessa lavorare per durare un giorno in piu'". Il premier inoltre ha affermato che "Il tema principale è fare e realizzare il programma, dando agli italiani cose che possano toccare con mano: fare per agganciare la ripresa, così che consenta fatti positivi". Dall'incontro odierno a Palazzo Chigi tra il premier Letta, il ministro dell'Economia, Fabrizio Saccomanni, e il governatore di Bankitalia, Ignazio Visco, è emerso che ci sono i primi segni di ripresa, ma affinchè essi si concretizzino occorre stabilità nell'esecutivo, e per questa "serve la responsabilità di tutti". Sul tema si è espresso ancora l'ex Vicesegretario del Pd: "Oggi, dall'incontro fra governo e Bankitalia per valutare i punti positivi e le criticita' della nostra economia, sono emersi molti punti che ci lasciano intendere che la ripresa e gli stimoli di ripresa cominciano ad avverarsi", ha detto. "E' tutto risolto? Assolutamente no, sappiamo benissimo i tanti problemi che l'Italia e la sua economia hanno. Si toccano con mano anche in territori felici come questo", ha aggiunto Letta, secondo cui "c'è una situazione sociale complessa, a cui dobbiamo dare risposte, ma la ripresa c'è, ha bisogno di stabilita' e la stabilita' ha bisogno di comportamenti responsabili da parte di tutti", ha detto. "Il mio impegno e' di mettercela tutta". Inoltre, per il presidente del Consiglio "il nostro paese tutto puo' permettersi tranne crisi politiche dagli esiti incerti". "La stabilita' paga", ha aggiunto Letta, sottolineando come "la prova" sia che "l'indicatore sui tassi d'interesse italiani e' sceso ai minimi da molto tempo. Questa e' la strada da seguire perche' tassi d'interesse bassi permettono di investire". Da Bolzano, infine, lo stesso Letta ha specificato che le questioni Imu e Iva saranno chiuse entro il 31 agosto.

Commenta Stampa
di Armando Brianese
Riproduzione riservata ©