Politica / Politica

Commenta Stampa

Il premier ospite di “Porta a Porta”

Governo: Renzi, se non arrivano soldi sono un buffone


Matteo Renzi a 'Porta a Porta' (foto repertorio dalla rete)
Matteo Renzi a "Porta a Porta" (foto repertorio dalla rete)
14/03/2014, 10:00

ROMA - Il premier Matteo Renzi, ospite della trasmissione “Porta a Porta” di Bruno Vespa, ha nuovamente illustrato i dettagli dei provvedimenti presi durante lo scorso consiglio dei ministri. L'impegno di Renzi di dare mille euro in più in busta paga a fine anno per lavoratori dipendenti è stato ribadito: “Se il 27 maggio i soldi non arrivano vuol dire che Matteo Renzi è un buffone”, queste le parole del neo primo ministro. “È una piccola cosa ma non si è mai fatta”, ha aggiunto il premier.

Sugli impegni annunciati mercoledì, più in generale, Renzi si è detto pronto a colpire i costi della politica e la spesa pubblica.

Renzi ha inoltre escluso che vi siano problemi di coperture, “i soldi ci sono” ha detto. Ed ha elencato i capitoli di spesa, ovvero, tagli dei costi della politica, a partire dalla “chiusura” del Senato elettivo, vendita online delle auto blu, “i simboli del potere”, riduzione degli stipendi dei manager pubblici, che guadagnano più del “presidente della Repubblica”; 2,5 miliardi dall’innalzamento delle rendite finanziarie, bot esclusi, dal 20 al 26 “come in Europa”.

Renzi ha poi smentito i tagli sulle pensioni tra i 2mila ed i 3mila euro ed ha escluso patrimoniali, ma ha chiesto al commissario Cottarelli di cercare soldi negli sprechi dello Stato per arrivare fino a 7 miliardi di tagli nel 2014.  

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©