Politica / Politica

Commenta Stampa

Governo, Zuccaro: "Ciò che preoccupa è la ormai consolidata ingerenza dei poteri forti"


Governo, Zuccaro: 'Ciò che preoccupa è la ormai consolidata ingerenza dei poteri forti'
17/11/2011, 10:11

“Nessun commento sulla persona di Monti, figura perbene ed al contempo grigia, forse anche necessaria dopo le bizzarrie dell'uscente premier italiano. Ciò che preoccupa è la ormai consolidata ingerenza dei poteri forti e degli stati forti nelle vicende interne di ogni singolo stato dell'Unione. ebbene si, nessuno può far finta di non vedere l'inprinting franco-tedesco nella scelta del nostro nuovo premier, legati a Draghi, uomo dei poteri forti, e sopratutto uomo delle banche. stessa sorte è toccata alla Grecia ed a chissà quanti Stati ancora che non si allineano alle decisioni del sig. Bruni e della sig.ra Merckel. Di fronte a questo liet motiv economico, dopo che lo "Spreed" ormai determina scelte politiche e sociali, dove il debito pubblico vero o presunto impone scelte e determina nuovi scenari, la democrazia è davvero morta. nel 1993 ci pensarono i magistrati. allora l'Europa non era ancora preparata a questo ennesimo excamotage per ribaltare i governi democratici, ora il potere nuovo e forte( la banca) ha deciso di scendere in campo in prima persona senza alcuna intermediazione giudiziaria. è solo un caso in questo contesto l'elezione plebiscitaria di De Magistris? è un caso il ritorno veemente della democrazia cristiana? è un caso l'abiura pubblica della politica fatta dal nuovo premier?. chi crede al caso si può aggrappare ad una speranza. chi vive la società tutti i giorni può( se credente) iniziare a pregare per le nostre anime e per la nostra libertà. e per chi non crede.. ci sta sempre Pannella!”. Così l’Avv. Maurizio Zuccaro
presidente associazione liberi cittadini palazzo S. Giacomo

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©