Politica / Napoli

Commenta Stampa

Grande successo a Scampia per la conclusione di "Ma come vedi la tua città?"


Grande successo a Scampia per la conclusione di 'Ma come vedi la tua città?'
14/02/2012, 15:02

Grande successo di pubblico questa mattina all'Auditorium di Scampia per l'evento conclusivo di "Ma come vedi la tua città?". Numerosi i bambini delle scuole dell'infanzia dell'Ottava, Quinta e Nona Municipalità che hanno partecipato alla manifestazione con i loro disegni e sostenuti dalla grande partecipazione dei cittadini. Il presidente dell’Ottava Municipalità Angelo Pisani si dice “soddisfatto per il coinvolgimento e per il grande calore dimostrato dai napoletani”. “Oltre all’importante funzione sociale che ha svolto il progetto – ha affermato Pisani –, Scampia non poteva festeggiare un San Valentino più bello. I colori, l’allegria, i bellissimi disegni e le magliette dei bambini sono la testimonianza concreta del vero volto di Napoli, della speranza e dei valori che i nostri giovani portano avanti ogni giorno con impegno e tenacia. Qualità che vanno valorizzate e premiate e che rappresentano il motore per il futuro dell’intera città. Diamo spazio ai giovani e alle loro idee e sosteniamo i ragazzi meno fortunati dando loro strumenti e mezzi necessari”.

L’iniziativa, conclusasi oggi, ha coinvolto i bambini delle scuole dell’Infanzia dell’ Ottava, Quinta e Nona Municipalità nel rappresentare con matite e pastelli colorati la città di Napoli. Una folta giuria composta da famosi artisti partenopei, come Marco Zurzolo, Marco Arancini, Rosy Rox, Fulvio de Innocentis e Luciana Pennino, ha selezionato tre disegni per delle t-shit che sono state esposte al pubblico durante la manifestazione a Scampia. I proventi della vendita delle magliette serviranno per l’acquisto di attrezzature musicali per il laboratorio di Pino de Maio all’IPM di Nisida.

L’Ottava Municipalità ha patrocinato l’evento insieme alla Quinta ed alla Nona Municipalità, alla Camera di Commercio di Napoli, alla Regione, alla Provincia ed alla Fondazione Banco di Napoli per l’Assistenza all’Infanzia.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©