Politica / Politica

Commenta Stampa

Sul blog, post sarcastico nei confronti del capo dello Stato

Grillo a Napolitano: "Noi moralizzatori? Non la deluderemo"

Ritorna a parlare di "inciucio" tra i leader di Pd e Pdl

Grillo a Napolitano: 'Noi moralizzatori? Non la deluderemo'
11/04/2013, 09:26

ROMA - Beppe Grillo torna a comunicare il suo disgusto verso la politica dalla piattaforma virtuale del suo blog. Guarda all'incontro tra Bersani e Berlusconi come all'ennesimo "inciucio a porte chiuse" e poi risponde alle parole del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano con sarcasmo: "Grazie Presidente! Le assicuro che non la deluderemo. Il M5S porterà all'eccesso la moralità in politica. Il lavoro che ci aspetta è enorme, l'immoralità è ovunque. La sua benedizione ci dà conforto". Il leader del Movimento 5 Stelle reagisce così al commento di Napolitano su certi "moralisti fanatici" che agitano le acque della politica.
Grillo puntualizza:"Napolitano non si riferisce di certo al Pdl che esercita il suo fanatismo solo nell'occupazione 'manu parlamentari' del Tribunale di Milano. E neppure al pdmeoelle e la sua attrazione fanatica per il Monte dei Paschi di Siena. Dopo varie riflessioni, sono arrivato alla certezza che il nostro Presidente si riferisse al Movimento 5 Stelle e di questo lo ringrazio". Il leader del M5S ritorna con stizza sulle parole di Napolitano: "Troppi moralisti fanatici. Certe campagne che si vorrebbero moralizzatrici e in realtà si rivelano, nel loro fanatismo, negatrici e distruttive della politica". Poi si chiede: "Con chi se la prende il Presidente della Repubblica?". Grillo sa bene che le parole del Capo dello Stato, pronunciate in occasione della commemorazione del giornalista e politico Gerardo Chiaromonte, sono rivolte a lui e al suo movimento politico. Rilancia, quindi, il suo punto di vista e con esso i valori sbandierati dal M5S: "La parola 'morale' riguarda ciò che è conforme ai principi del giusto e dell'onesto. E' riferito a chi agisce quindi con onestà e rettitudine. Si dice, infatti, in termini positivi 'un comportamento morale' contrapposto a 'immorale'. Fanatismo è invece riferito a 'esasperazioni di un sentimento religioso o fede politica e filosofica (che può portare all'intolleranza)'. Le due parole insieme indicano quindi qualcuno che, ad ogni costo, voglia applicare i principi del giusto e dell'onesto e, se non raggiunge il suo scopo, può sconfinare nell'intolleranza (verso chi è ingiusto e disonesto, ndr)". Grillo coglie l'occasione per rivendicare la linea politica del Movimento: "Il M5S vuole infatti moralizzare la vita pubblica senza cedere a compromessi".

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©