Politica / Politica

Commenta Stampa

Due righe sul suo blog ed è chiusa la discussione

Grillo caccia dal Movimento 5 Stelle Salsi e Favia


Grillo caccia dal Movimento 5 Stelle Salsi e Favia
12/12/2012, 11:38

Ieri l'aveva annunciato che avrebbe espulso dal Movimento 5 Stelle chiunque non avesse ubbidito ciecamente ai suoi ordini. E questa mattina ne ha dato la dimostrazione: due righe per cacciare dal Movimento Federica Salsi e Giovanni Favia. Le parole usate sono state queste: "A Federica Salsi e Giovanni Favia è ritirato l'utilizzo del logo del MoVimento 5 Stelle. Li prego di astenersi per il futuro a qualificare la loro azione politica con riferimento al M5S o alla mia figura. Gli auguro di continuare la loro brillante attività di consiglieri". 
E di quali incredibili reati si erano macchiati? La Salsi - consigliere comunale a Bologna - aveva partecipato ad una puntata di Ballarò;  Favia - consigliere regionale in Emilia Romagna - aveva rilasciato (involontariamente, nel senso che aveva parlato con un giornalista e non sapeva ci fosse un microfono attiovato) una intervista a Piazza Pulita - il programma di Corrado Formigli su La7 - nella quale esprimeva commenti decisamente negativi su Casaleggio. 
Ed ora entrambi sono stati cacciati, alla solita "democratica" maniera di Grillo: due righe sul suo blog, nelle quali si limita a dire che non hanno il diritto ad usare il suo simbolo. Perchè il punto del Movimento 5 STelle, che si vanta di essere l'unico movimento democraticom dove dicono che "uno vale uno" e così via, in realtà hanno un padre padrone. Che è proprietario del simbolo e al quale bastano trenta secondi per sbattere via dal Movimento chiunque non gli obbedisca ciecamente, chiunque osi sollevare dubbi o fare domande. Tutte cose non ammesse, all'intyerno del M5S, dove vige una semplice regola: Grillo ordina, tutti gli altri obbediscono. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©